Quantcast

Grosso e Servalli: “multa nei parcheggi blu, è ora che il Comune intervenga”

Imperia, già sommersa dai problemi, non può infatti rischiare di soccombere di fronte all’immobilismo politico e amministrativo che sembra contraddistinguere la Giunta in questa vicenda

Imperia. “Abbiamo appreso – scrivono i consiglieri di Imperia Bene Comune Mauro Servalli e Gianfranco Grosso – con un certo stupore, grazie alla piccola “indagine” condotta da un noto giornale on-line, della ingiustificata differenza di trattamento tra chi parcheggia all’interno dei parcheggi di proprietà del Comune di Imperia e chi parcheggia in quelli di proprietà dell’Imperia Servizi. Nel primo caso, in caso di ticket scaduto, l’incauto automobilista sarà sanzionato con una vera e propria multa; nel secondo caso dovrà solamente pagare la differenza. Insomma, il Comune applica norme molto più penalizzanti rispetto alla società semi-privata che gestisce il servizio.

Il pagamento di una sanzione in caso di ticket orario scaduto è già stata dichiarata illegittima da circolari ministeriali e da pronunciamenti giudiziari, ma il Comune di Imperia si ostina a non voler cambiare disposizioni in merito.

Tale argomento fu discusso in Consiglio Comunale già due anni fa, su iniziativa dell’opposizione. Allora, la maggioranza del Sindaco Capacci votò compattamente contro la modifica di quelle disposizioni, mantenendo in vigore la “linea vessatoria”.

Oggi, il Sindaco Capacci dichiara di essere favorevole ad una modifica del regolamento che escluda, in caso di ticket scaduto, l’applicazione della sanzione e si limiti solo al pagamento della differenza. Meglio tardi che mai! Il problema è che il Sindaco dichiara di non avere il tempo per farlo e che tale modifica dovrà essere subordinata allo spacchettamento dell’Imperia Servizi all’interno di Go Imperia.

Vogliamo ricordare al Sindaco Capacci che la decisione di applicare o meno sanzioni in caso di ticket scaduto può essere assunta dal Comune indipendentemente da quale ditta gestisce in concreto il servizio e che pertanto, se intende procedere in quella direzione, può agire immediatamente. Trovare il tempo per farlo è un impegno che, invece, spetta solo a lui e alla sua Amministrazione.

Imperia, già sommersa dai problemi, non può infatti rischiare di soccombere di fronte all’immobilismo politico e amministrativo che sembra contraddistinguere la Giunta in questa vicenda.

Crediamo sia arrivato il momento per il Sindaco e per la maggioranza di intervenire per risolvere questa ingiustificata differenza di trattamento, recependo una volta per tutte le indicazioni di chi sostiene l’illegittimità delle sanzioni applicate. Se non dovessero trovare il tempo, che cedano la mano a chi ha forze (e magari idee) maggiori.”