“Giornata della Memoria”, gli studenti del “Marconi” rimuovono una svastica: i ringraziamenti della Preside foto

"Un particolare apprezzamento va ai sentimenti che i miei ragazzi hanno manifestato, così ben riassunti dal Professor Alberto Reichstein che li ha coordinati"

Sanremo. La Preside, dirigente reggente dell’Istituto Superiore Marconi (ex IPSIA) di Sanremo, Enrica Minori, mentre stigmatizza la sgradevole svastica disegnata sul muro a fianco dell’entrata della sede di Sanremo, da parte di qualche personaggio nostalgico dei periodi più bui e tragici per la democrazia della nostra storia, desidera esprimere la più completa ammirazione per lo sdegno manifestato da tutti quanti frequentano e lavorano al Marconi che si è concretizzata con l’immediata pulitura del muro sul quale era disegnata.

Un particolare apprezzamento va ai sentimenti che i miei ragazzi hanno manifestato, così ben riassunti dal Professor Alberto Reichstein che li ha coordinati:

“I ragazzi mi hanno quasi commosso quando hanno visto quel segno nero sul muro della scuola si sono come smossi dentro. La scuola è diventata la loro scuola ed il muro pitturato è diventato imbrattato ed incivile. Si è sentita una vena di maturità nell’aria”.

Bravi ragazzi! Sono fiera di Voi perché avete dimostrato che i nostri quotidiani sforzi per trasformare il concetto di legalità in vita vissuta non sono vani e che le attività tendenti a evidenziare i valori sottostanti alla giornata della memoria sono stai interiorizzati.