Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, presentata la nuova carta dei servizi dei nidi d’infanzia comunali foto

L'Assessore Vera Nesci: "Sono fiori all'occhiello per servizi educativi"

Ventimiglia. I due nidi di infanzia comunali, “L’Aquilone” di Vico Arene e “Il Girasole”, sono “fiori all’occhiello per i servizi educativi”. A dichiararlo non è solo l’Assessore Vera Nesci, ma anche la dottoressa Maria Grazia Fossati, coordinatrice pedagogica, e sono anche i genitori stessi, entusiasti del patrimonio educativo formativo che i bambini ricevono già nei primi mesi di vita.

Per rendere trasparente l’impegno da parte del Comune di Ventimiglia per il buon funzionamento dei nidi d’infanzia, è stata realizzata la nuova carta dei servizi: una brochure colorata e ricca di immagini che presentano le numerose attività educative e illustrano ai genitori il percorso giornaliero dei loro bimbi.

“La carta dei servizi rientra nell’ottica della trasparenza e della collaborazione con le famiglie”, ha spiegato l’Assessore Nesci, “Attraverso di essa presentiamo le peculiarità dei nostri nidi, luoghi in cui i bambini trascorrono molto tempo della loro vita”.

“Faccio notare”, ha sottolineato la dottoressa Fossati, “Che all’interno della carta è presente un modulo per i suggerimenti e i reclami che i genitori possono fare nell’ottica di migliorare sempre il servizio offerto e coinvolgere le famiglie”.

La funzione educativa del nido d’infanzia è fondamentale: lo sa bene l’amministrazione Ioculano che per i più piccoli ha investito 40mila euro per sistemare l’area esterna del nido Girasole e migliorare ulteriormente i servizi offerti.

Presso il nido “L’Aquilone”, invece, è presente un’area pappa dove le mamme possono allattare i loro bimbi: “Il servizio è aperto a tutte le mamme”, ha spiegato l’Assessore Nesci, “Non solo a chi ha bimbi nella struttura. Chi non vuole allattare per la strada può recarsi presso la struttura”.

Entrambe le strutture, che ospitano in tutto 75 bambini dai 3 ai 36 mesi, aderiscono al progetto nazionale “nati per leggere”, oltre a portare avanti altri progetti, come la creazione di un orto, per avvicinare i più piccoli all’ambiente, creando così cittadini consapevoli di ciò che li circonda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.