Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Viaggio tra le bancarelle del mercato settimanale: con la crisi e i francesi che ci tengono a galla. foto

“Bisogna vendere l’oro al prezzo del ferro”

Sanremo. Anche questa mattina in Piazza Eroi Sanremesi, come ogni martedì e sabato d, si è svolto il mercato settimanale, che è presente da decenni ormai sul nostro territorio.

La situazione rispetto ad alcuni anni fa è molto cambiata. Il lavoro è chiaramente diminuito nel corso del tempo e i commercianti, esasperati da questa situazione si lamentano della forte crisi.

“Bisogna vendere l’oro al prezzo del ferro”. Queste sono le dichiarazioni da loro rilasciate. Hanno infatti affermato che durante il freddo invernale la situazione si fa critica, ragione per cui c’è grande attesa della bella stagione.

Il mercato della Città dei Fiori è ormai un mosaico di culture diverse e i prodotti in vendita variano da capi di abbigliamento fino ad apparecchi elettronici di ogni genere. La crisi sembra essere un po’ più leggera per coloro che vendono questo tipo di apparecchiature, che attualmente sono ciò di cui si interessano maggiormente i giovani. Il mercato è da sempre un ottimo luogo per fare acquisti, soprattutto per i francesi, i quali rappresentano in gran numero potenziali acquirenti. Questi ultimi si recano infatti molto frequentemente nella nostra cittadina,attirati spesso anche dalle grandi occasioni che di possono trovare nella provincia a loro così vicina.

In ogni caso, tutti i commercianti si trovano d’accordo sul fatto che la situazione è ben diversa da quella di una volta. I prezzi sono diminuiti notevolmente ma questo sembra non aver fatto la differenza. “La gente ha pochi soldi in tasca, e preferisce non spenderli nonostante i prezzi siano molto bassi” affermano altri commercianti incontrati quest’oggi. Ora c’è molta attesa per la manifestazione canora che a breve si terrà a Sanremo, ragione per cui tutti sperano di poter tornare a fare affari con più frequenza. E’infatti un opinione comune che il mercato sia ormai diventato più una sorta di attrazione turistica piuttosto che un luogo per comprare oggetti e spendere soldi.

La crisi sembra non lasciare scampo a nessuno, ma i commercianti non vogliono lasciare le loro attività e sperano in una felice ripresa dell’economia anche se non si sa di preciso quando questo evento avverrà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.