Quantcast

Mentone, migrante trentenne tenta il suicidio: salvato in extremis da forze dell’ordine francesi

L'uomo, un trentenne afgano, ha minacciato di lanciarsi nel vuoto davanti alle autorità francesi

Mentone. Salvato in extremis da un tentavo di suicidio, un giovane immigrato clandestino che, intorno alle 8,30 di sabato mattina, ha scavalcato i muri di protezione presenti alla frontiera alta, sul ponte di Garavan.

L’uomo, un trentenne afgano, ha minacciato di lanciarsi nel vuoto davanti alle autorità francesi dopo che, per tutta la notte aveva provato, senza riuscirci, ad oltrepassare la frontiera. Immediato l’intervento di pompieri e poliziotti d’oltralpe, che hanno parlato con il migrante per più di mezz’ora, cercando di riportarlo alla ragione.

Proprio quando il dialogo sembrava sul punto di dare i suoi frutti, il giovane ha perso l’equilibrio: quattro uomini delle forze dell’ordine francesi si sono prontamente gettati su di lui per evitare che cadesse e sono riusciti ad acciuffarlo per i vestiti.

Un gesto d’impulso, quello di pompieri e poliziotti che, in questo modo sono riusciti a salvare la vita dell’uomo, ora ricoverato all’ospedale Pasteur di Nizza.