Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Concorsi di poesia ‘Un paese di presepi’ e ‘Guardando il presepe': i premiati fotogallery

"Avremmo voluto premiare tutti – dice il Presidente Cinzia Cozzucoli -ma non abbiamo risorse economiche sufficienti"

Costarainera. Domenica 10 gennaio 2016 presso la sala consiliare del Municipio si è svolta la cerimonia di premiazione dei concorsi ‘Un paese di presepi’ e ‘Guardando il presepe’ organizzati dall’Associazione culturale ‘Quelli del Geco’ con il patrocinio del Comune.

Ecco la classifica:

Concorso “Un paese di presepi”

Primo classificato: natività numero 4 realizzata da Nicola Tedesco, si tratta di un presepe in una grande scatola di legno, curato nei dettagli.

Secondo classificato: natività numero 1, realizzata da Maurizio Russo. Anche premio speciale con la seguente motivazione: per aver accolto con entusiasmo l’iniziativa proposta dall’associazione e per aver realizzato il primo presepe del concorso. Pur di valorizzare il paese ed il luogo in cui vive ha voluto creare un presepe all’aperto.”

Primo classificato categorie scuole: Scuola dell’Infanzia di Cipressa, con un presepe realizzato con la tecnica del riciclo.

Primo classificato categoria bambini: Demetra Rossi con una deliziosa maglietta molto decorata.
Concorso “Guardando il presepe”

Primo classificato categoria adulti: Monica Tulimiero con “Guardando il presepe”, autrice che in passato ha partecipato anche ad altri concorsi come “Ossi di seppia”, con la seguente motivazione del giudice Demo Martelli: “Una linea garbata per descrivere il valore e l’importanza del presepe. Lo si festeggia non solo per i regali, ma soprattutto offrendo compostezza dei gesti e delle parole”

Guardando il presepe

Guardando il presepe
il ricordo affiora lentamente,
dapprima sfocato.
Emerge poco a poco struggente,
un’occhiata furtiva a rifuggerlo.
prepotente si fa avanti e
non posso ignorarlo,
la mano di mio padre
che con garbo sistema il muschio.
A lui il compito di allestire il presepe,
ogni anno qualcosa di nuovo,
inventato al momento.
Passavano le ore ed erano ore speciali,
cariche di silenzi e parole a mezza voce
per non spezzare l’incantesimo.
Mia madre e noi bimbi, assistenti immobili,
partecipi di un avvenimento unico,
spettatori di un momento intenso condiviso.
È poco un solo Natale.
questo pensavo.
Ora, guardando il presepe penso,
ne bastava uno solo
per ricordarlo una vita.

Il primo classificato per la categoria bambini è un gruppo di bambini di cinque anni con la seguente motivazione del poeta Martelli: “Bisogna incoraggiare i piccoli ad avvicinarsi all’arte poetica, per questo motivo ho deciso di premiare i più giovani che abbiano partecipato al concorso, questi hanno saputo interpretare e rappresentare la nascita di Gesù con la loro gioisa semplicità. L’uso di rime baciate ha creato un ritmo del verso piacevole e melodioso.”

Un bambino speciale

Vicino ad un bambino
c’e’ un fiorellino
che dice contento,
felice nel vento:
” è nato Gesù,
guardate lassù,
nel cielo più blu.
una stella brillante
e molto elegante
molto curiosa
e molto preziosa
splende sulla grotta
ed indica la rotta

“Avremmo voluto premiare tutti – dice il Presidente Cinzia Cozzucoli -ma non abbiamo risorse economiche sufficienti; questi due eventi hanno visto la partecipazione di bambini, ragazzi, adulti e scolaresche. In paese ed in una sala del Comune sono state esposte 26 Natività, piccoli capolavori creati con amore e con passione. Scopo della manifestazione presepistica ‘Un paese di presepi’, ormai alla terza edizione, lanciata ai primi di dicembre, era quello di tenere viva un’antica tradizione popolare legata alla religione e al contempo coinvolgere la comunità in un momento di aggregazione del paesino.”
‘Guardando il presepe’, il concorso di poesia alla sua prima edizione, è una nuova iniziativa proposta dall’Associazione in seguito ad un incontro di poesia con gli alunni delle scuole. I lavori di giuria sono stati presieduti dal pluripremiato poeta Demo Martelli, che risiede nella Valle del San Lorenzo e che durante la cerimonia ha letto alcune sue poesie.

Aggiunge il Presidente: “Ringrazio i soci Emanuela, Alessandro, Riccardo, Monica, Valerio, Alice, Alberto, Davide, il poeta Demo Martelli al quale è stata consegnata la tessera di socio onorario, l’amministrazione di Costarainera e quanti hanno favorito la riuscita della nostra manifestazione. Per sostenere le iniziative dell’Associazione culturale “Quelli del geco” è necessario sottoscrivere la tessera associativa che costa solo 15 euro.”
Per maggiori informazioni consultare il sito: https://sites.google.com/site/bibliotecacomunalecostarainera o la pagina Facebook “Quelli del geco”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.