Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stati generali dell’Ugl, presente il sanremese Roberto Spina ed altri delegati

Il sanremese Roberto Spina è stato confermato coordinatore nazionale Ugl case da gioco

Sanremo. Si è svolta ieri nella sede Utl-Ugl di Via Porpora a Milano l’incontro degli stati generali dell’Ugl delle quattro case da gioco italiane. Alla riunione oltre al segretario nazionale Luca Malcotti,il vice Giulio Di Mitri Pugno erano presenti il coordinatore nazionale Roberto Spina e le segreterie di Campione (Pier Mauriello,Ignazio Carfagna ),Venezia (Paolo Lazzerini,Massimiliano D’Alessandro),Sanremo (Marilena Semeria,Barbara Pesce e Vittorio Vitale) e S.Vincent (Tommaso Auci e Mirella Bordet).  In esame le problematiche sulla crisi delle case da gioco e il CCNL .

Il sanremese Roberto Spina è stato confermato coordinatore nazionale Ugl case da gioco che nel corso del confronto ha evidenziato la necessità  di intervenire presso gli organi competenti con una campagna mirata a evitare o quantomeno ritardare la ventilata apertura di altre case da gioco sul territorio nazionale.

Altro argomento affrontato nel corso del dibattito è la grave crisi che ,da tempo,ha colpito le case da gioco che contano oltre duemila dipendenti con le aziende che hanno messo in atto strumenti e iniziative mirate a una drastica riduzione degli organici del personale (Sanremo 275 ,S.Vincent 560, Venezia 680 e Campione 525)utilizzando anche lo strumento dell’esodo incentivato oltre a quello dell’esternalizzazione di molti servizi.

“Stiamo seguendo da vicino-commenta Luca Malcotti segretario nazionale Ugl Terziario- la crisi che da tempo sta travolgendo il settore e provocando perdite economiche per i Comuni sede di casino’ senza dimenticare tutto l’indotto collegato all’industria del turismo e pericolose ricadute sui livelli occupazionali e del depauramento dei redditi dei lavoratori”.

“Certamente la partita da giocare è difficile -aggiunge Luca Di Mitri Pugno -perché lo Stato,sempre più biscazziere, da anni per far quadrare i conti introita miliardi sotto forma di entrate erariali tramite i giochi come lotterie,gratta e vinci e apparecchi vari da intrattenimento quali le slot machines. In questa fase di difficoltà servono i nervi saldi e tanta calma per cercare strumenti e tutte le iniziative in grado di consentire un percorso che giunga ad obiettivi positivi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.