Quantcast

Riparte il Laboratorio di giornalismo del Liceo Amoretti di Sanremo

Lo scopo è quello di formare una vera e propria redazione divisa in due gruppi (biennio e triennio) per favorire l’integrazione tra gli alunni attraverso il lavoro laboratoriale in team.

Più informazioni su

Sanremo. Cronisti in erba e tra i banchi di scuola, al Liceo delle Scienze Umane “Carlo Amoretti” di Sanremo si può. Riprendono le attività del Laboratorio di Giornalismo e Comunicazione curato da ben sei anni dal professore Fabrizio Prisco, docente interno di ruolo e giornalista pubblicista.

Il progetto extracurricolare rivolto agli studenti dell’istituto diversamente abili e normodotati dura tutto l’anno scolastico ed è articolato in incontri pomeridiani con cadenza settimanale per trenta ore complessive.

Lo scopo è quello di formare una vera e propria redazione divisa in due gruppi (biennio e triennio) per favorire l’integrazione tra gli alunni attraverso il lavoro laboratoriale in team.

I partecipanti possono potenziare la capacità di analisi, costruzione e sintesi di un testo scritto ed acquisire le principali tecniche giornalistiche valide per la redazione di un articolo di cronaca, di un commento, di un’intervista e di un servizio per un radiogiornale.

Il Laboratorio, collaborando con diverse testate locali, si propone di seguire i principali eventi culturali, sportivi e di spettacolo che si tengono nella nostra città con l’occhio critico e propositivo ovviamente del mondo giovanile.

Nel mese di febbraio, durante il Festival della Canzone Italiana, in accordo con l’ufficio stampa della Rai, ad esempio i ragazzi si recano al Palafiori per incontrare ed intervistare i protagonisti della rassegna canora.

Il Laboratorio dell’Amoretti aderisce al progetto “Radio Jeans”, il primo network radiofonico realizzato dagli studenti per gli studenti. All’interno dell’istituto a Sanremo in sala computer è stata allestita dal 2009 una TeenWebRadio con il kit fornito gratuitamente grazie ai finanziamenti dell’Assessorato all’Istruzione e alle Politiche Giovanili della Regione Liguria e dell’Azienda Regionale per i Servizi Scolastici e Universitari.

L’obiettivo, dopo il doveroso periodo di formazione, è quello di realizzare mini format per partecipare alla programmazione e al palinsesto della sede centrale di Torino e di quella regionale di Genova.

Ecco l’elenco dei 50 alunni iscritti al progetto curato dal professore Fabrizio Prisco per l’anno scolastico 2015/2016:

Leonardo Aldobrandi, Eleonora Ansaldi, Marta D’Alberto, Marina Di Sabatino, Camilla Milanesio, Andrey Rivano (IA), Chiara Arcidiacono, Angelica Bellini, Giorgia Brignoli, Michela Coppola, Rebecca Di Benedetto, Sara Scozzaro (I B), Patrizia Giorgia Chiale, Alice Mannari, Miriana Verrando (I F), Rosamarina Valenzisi (II A), Simone Altobelli, Alice Calà, Amira El Hag Rezk, Federica Massa, Natalia Sofia Molteni, Camilla Valenzano (II C), Alessandra Paternò, Sara Paternò, Eleonora Reggiani (II F), Liza Bindi, Alessio Modolo, Martina Moriano, Giada Trifirò (III A), Giorgia Alastra, Federica Bruno (III B), Beatrice Attanasio, Vanessa Falsone, Sara Giovannetti, Federico Moro, Anna Salvatico, Chiara Benedetta Zoccali, (IV A), Isabela Passiatore, Martina Pellizzaro (IV B), Lorenzo D’Alessandro, Chiara Santamaria, Beatrice Smojver (V A), Mattia Alberton, Chiara Bottini, Letizia De Gaetano, Manon Del Core, Alessia La Rocca, Eleonora Salata, Alessandra Tangianu, Elisa Torre (V B).

Più informazioni su