Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Bordighera al presidio no lotto 6: vice Sindaco e Assessore in visita alla futura discarica fotogallery

Il vice Sindaco Massimiliano Bassi e l'Assessore all'igiene urbana Cristina Bulzomì hanno ascoltato le testimonianze dei residenti di Collette

Taggia. Dopo aver visitato l’impianto di smaltimento rifiuti Azuréo di Nizza, il vice Sindaco Massimiliano Bassi e l’Assessore all’igiene urbana Cristina Bulzomì si sono recati, nella tarda mattinata di oggi, anche al presidio contro il Lotto 6: la futura discarica (la sesta) che dovrà servire l’intera provincia di Imperia.

I due amministratori hanno a lungo ascoltato Paola Arrigoni, consigliera di Opposizione per il M5S nel comune di Sanremo, e la signora Elsa Cerruti. Torinese, la donna possiede una casa di campagna a 150 metri dalla futura discarica. “Non posso nemmeno lasciare che i miei nipoti giochino in giardino”, ha raccontato Elsa, “I rumori e i miasmi sono insostenibili”.

Qui, in una zona bellissima con vista sul mare, ci sono cinque “finte” colline, scavate all’interno e riempite di rifiuti: “Impossibile nel 2015 continuare a fare cose del genere”, dice Paola Arrigoni, “Ma ci pensate?”.

“Un tempo c’erano tanti animaletti”, continua la Cerruti, “Scoiattoli e ricci. Ora solo ratti e gabbiani che si nutrono di rifiuti”.
Sulla collina destinata ad essere scavata per una profondità di 54 metri per contenere la spazzatura dell’intera provincia, esiste una grotta dove vivono i pipistrelli. La battaglia dei residenti è anche per loro: “I pipistrelli sono protetti dall’Europa”, spiega la consigliera M5S, “Per questo abbiamo lanciato una petizione e aspettiamo una risposta da Bruxelles”.

Massimiliano Bassi e Cristina Bulzomì non hanno potuto far altro che ascoltare le testimonianze dei presenti: non sono loro a poter cambiare le carte in tavola di una decisione praticamente già presa. Ma ci provano, saggiando con mano la situazione.

“Intanto dal prossimo anno a Bordighera partirà una raccolta porta a porta molto più ‘importante’ per raggiungere e superare i minimi di legge in materia di differenziata”, dichiara l’Assessore Bulzomì, “Questo è un obiettivo che vogliamo raggiungere a tutti i costi. E per differenziare maggiormente punteremo tutto sulla raccolta porta a porta”.

Nel frattempo, a breve, il Sindaco Giacomo Pallanca incontrerà il collega di Sanremo Alberto Biancheri per uno scambio di idee e opinioni da portare, anche, in Regione.

“Il Comune di Bordighera, ad oggi, rimane favorevole al Lotto 6″, ha dichiarato Pallanca, “Ma è disponibile a ritirare il proprio parere nel caso in cui dovesse arrivare una perizia da parte dell’Asl che attesti che la realizzazione del Lotto 6 può provocare un danno alla salute”. “Se ciò non avviene”, ha aggiunto il Sindaco, “Si fa il Lotto 6. Non si torna indietro. La questione è molto articolata”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.