Quantcast

Omicidio di Zohra El Ainoussi: condanna definitiva a 30 anni per Zied Baghouri foto

Era accusato di omicidio volontario con l’aggravante dello stalking

La prima Sezione della Corte di Cassazione di Roma ha reso definitiva, martedì scorso, la condanna a 30 di reclusione e 5 anni di libertà vigilata a carico di Zied Baghouri, 24 anni, accusato dell’omicidio volontario con l’aggravante dello stalking nei confronti di Zohra El Ainoussi, marocchina di 44 anni, massacrata con sedici coltellate, nella Pigna di Sanremo, l’11 novembre del 2011. L’uomo aveva più volte minacciato la donna.

L’ultima, in ordine di tempo, una settimana prima del terribile delitto: aveva telefonato ai familiari in Marocco, dove lei si era rifugiata, dicendo che se al rientro non fossero tornati insieme lui la avrebbe restituita ai genitori in una bara. Purtroppo fu di parola. Per la parte civile era presente l’avvocato Luigi Patrone.