Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Superlavoro della Polizia di Frontiera con 10 arresti un mese: controllate 3100 persone e più di 100 auto foto

"Malgrado l’onere derivante dalle numerosissime riammissioni di stranieri da parte della Polizia francese - si legge in una nota stampa del SPF - ovvero 2343 proposte valutate, delle quali 1745 accettate ed eseguite, i risultati restano notevoli"

Più informazioni su

Verntimiglia. Il mese di ottobre si è appena concluso e il Settore Polizia di Frontiera tira le somme della sua attività, attività che ancora una volta mette a fuoco la professionalità e l’impegno degli agenti coordinati dal dirigente Santacroce.

“Malgrado l’onere derivante dalle numerosissime riammissioni di stranieri da parte della Polizia francese – si legge in una nota stampa del SPF – ovvero 2343 proposte valutate, delle quali 1745 accettate ed eseguite, i risultati restano notevoli”.

Dieci arresti. Sette di iniziativa e tre colpiti da provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, tra questi ultimo un uomo che doveva scontare 10 anni di reclusione per riciclaggio, ed uno per tentato omicidio.

I passeur tratti in arresto sono stati ben 4 e precisamente:due cittadini francesi L.M. di 26 anni e L.K. di soli 21, entrambi residenti a Cagnes sur Mer. Controllati alla barriera autostradale a bordo di auto Renault Clio, gli Agenti scoprivano sui sedili posteriori, addossati l’uno sull’altro, quattro stranieri (2 sedicenti cittadini del Mali, 1 senegalese ed 1 nigeriano) che dichiaravano di aver versato la somma di 60 euro ciascuno per poter raggiungere la Francia.

B.A.R., tunisino di 36 anni veniva fermato per un controllo a bordo della sua Renault Megane mentre tentava di portare in Francia, previo pagamento, cinque cittadini extracomunitari (tre della Guinea e due del Senegal), due dei quali minorenni. Da più approfonditi controlli, venivano rinvenuti nella tasca dei pantaloni del tunisino un coltello a serramanico di 17 cm mentre, nella tasca della portiera dell’auto, lato guida, un coltello da cucina di 21 cm. I coltelli avevano lo scopo di terrorizzare i clandestini e costringerli a versare una cospicua quota per poter uscire dall’Italia.

Infine S.D.A., rumeno di anni 29, notato alla guida di una Citroen Xsa con targa spagnola, mentre, alla vista dell’auto della Polizia, accelerava improvvisamente mettendo in pericolo gli altri automobilisti. Prontamente inseguito veniva fermato poco prima di raggiungere il territorio francese. Anche in questo caso, si accertava la presenza di cittadini stranieri privi di documenti: 4 sedicenti pakistani.

Tutti i passeur venivano tratti in arresto ed associati al Carcere di Imperia.

Inoltre, l’algerino A.S., è autore di rapina ai danni di un’anziana di Ventimiglia alla quale era stato portato via il portafoglio e la carta di identità dopo averla fatta cadere malamente a terra. Le lunghe indagini condotte dai poliziotti portavano all’individuazione dell’uomo, pluripregiudicato, quale autore di numerosi furti perpetrati anche in noti supermercati di Ventimiglia e Vallecrosia, che ne consentivano l’arresto.

Quattro invece gli stranieri denunciati a piede libero. Un lettone, controllato a bordo di pullman di linea Eurolines diretto a Barcellona; l’uomo viaggiava con due valige al seguito, ma al posto di abiti celava ben 1400 pacchetti di sigarette “Winston” privi del previsto sigillo del monopolio di Stato. Altri due stranieri venivano denunciati per falsi documenti; un francese trovato in possesso di due coltelli ed un cellulare di provenienza furtiva anch’egli denunciato.

“Con poco meno di 500 dipendenti -fanno sapere dal Settore Polizia di frontiera -sono state effettuate quasi 200 pattuglie; controllate 3100 persone ed oltre un centinaio di autovetture”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.