Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione Liguria, finalmente una legge adeguata per la tutela delle Pro Loco

Scajola : "con l’impegno della Regione Liguria troveranno finalmente una normativa adeguata che le collocherà all’interno del sistema turistico della regione Liguria.”

Genova. Per la prima volta in Liguria, nella sede di Via Fieschi del Gruppo Consiliare di Forza Italia, giovedì 5 novembre, si sono poste le basi per promuovere una legge adeguata che tuteli le Pro Loco, organismi fatti vivere dal volontariato, che valorizzano il territorio, lo promuovono, conservano la tradizione e la cultura locale, mantenendo vivo il senso di comunità.

Alla presenza dei vertici regionali UNPLI Giuliano Degiovanni (UNPLI Piemonte), Albertino Negro (UNPLI Liguria), dell’Eurodeputato Alberto Cirio, dell’Assessore regionale Marco Scajola e del Capogruppo Fi Regione Liguria Angelo Vaccarezza si sono gettate le fondamenta per un disegno di legge che riconosca il lavoro delle Pro Loco e delle tante persone che ne costituiscono la forza.

“Un lavoro insostituibile, quello delle Pro Loco – commenta il Capogruppo Angelo Vaccarezza – che merita un riconoscimento ufficiale. Ad oggi la legge 17/1996 “Disciplina delle Associazioni Pro Loco”, composta da solo sei articoli, si limita semplicemente a stabilire i requisiti richiesti per il riconoscimento e l’iscrizione all’albo regionale. Noi presenteremo una legge che, migliorando quella attuale, creerà le condizioni perché questi enti possano ottenere fondi non solo regionali, ma anche europei. ”

“La legge – aggiunge l’Eurodeputato Alberto Cirio – prevederà il riconoscimento ufficiale del volontariato in ambito sociale, turistico e culturale. Un lavoro insostituibile che può essere svolto solo da chi ama il luogo dove vive e dove lavora e lo fa semplicemente per il piacere di raccontare e divulgare ciò che il luogo custodisce.”

“Le Pro Loco, organismi fondamentali per valorizzare il territorio, che permettono, grazie al volontariato e alle risorse, di promuovere eventi o tradizioni che si andrebbero a perdere – conclude l’Assessore Scajola – con l’impegno della Regione Liguria troveranno finalmente una normativa adeguata che le collocherà all’interno del sistema turistico della regione Liguria.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.