Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Oggi 20 anni fa piazza Colombo aveva di nuovo il suo “pino” grazie al Leo Club foto

"Avevano detto che non sarebbe cresciuto, che sarebbe morto poco dopo e invece dopo venti anni è ancora qui, alto e bello"

Sanremo. “Ci vediamo dal pino” oppure “Ti aspetto dal pino di piazza Colombo”: quante volte abbiamo sentito o detto questa frase tra amici. Il mitico albero, cosiddetto pino per la sua somiglianza con il celebre arbusto della macchia mediterranea ma che in realtà è un’Araucaria, è stato piazzato lì nella centralissima agorà matuziana il 24 novembre 1995, prendendo il posto dell’albero malato che fu abbattuto.

Ebbene vogliamo ricordare questo anniversario con la testimonianza di una dei protagonisti di questa storia. Di chi fu il merito di aver piantato un nuovo albero? “Fu un’idea nata come segno di riconoscimento nei confronti della nostra città, preservare un punto di ritrovo per tutti e per far conoscere il Leo Club ai sanremesi”, ha detto Ilaria Tacchi che nell’anno sociale 1995/1996 fu la presidente del Leo Club Sanremo, l’associazione giovanile del Lions Clubs International, “madrina” del nuovo “pino” di piazza Colombo.

L’ex presidentessa ha raccontato come vennero raccolti i soldi necessari per il service: “Una parte dei soldi per l’acquisto dell’albero, circa 1 milione di Lire, arrivò dalla vendita di torte fatte in casa dai soci e dalle mamme degli stessi e poi da una festa di beneficenza organizzata al Kursaal di Bordighera. Trovato il denaro necessario – prosegue Ilaria Tacchi – ci recammo in un vivaio di Camporosso dove comprammo l’alberello.”

Ebbene arrivò il giorno dell’inaugurazione alla presenza delle autorità del comune di Sanremo, di Claudio Littardi responsabile del verde pubblico in città che indirizzò e consigliò i Leo nello scegliere l’albero, oltre a prendersene cura, e di Don Simonetti che impartì la benedizione dell’araucaria. Sanremo e i sanremesi avevano di nuovo il suo albero in piazza.

“Avevano detto che non sarebbe cresciuto, che sarebbe morto poco dopo e invece dopo venti anni è ancora qui, alto e bello” – ha affermato Ilaria.

E infatti il “pino” è ancora lì, testimone della vita quotidiana dei sanremesi d’ogni età, punto di riferimento con la sua imponenza e con quei lunghi rami che sembrano vogliano abbracciare chiunque passi o si sieda ad aspettare un amico, un familiare, un amore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.