Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Parrocchie della Valle Argentina a Molini di Triora in visita al Santo Giovanni Lantrua foto

"Ringraziamo il Signore per il dono di San Giovanni Lantrua, santo martire della nostra terra", ha dichiarato Don Antonio Robu

Più informazioni su

Oggi 15 Novembre alle ore 16 le comunità parrocchiali della Valle Argentina si sono date appuntamento per pregare insieme San Giovanni Lantrua nell’imminenza del rientro dell’Insigne Urna del suo corpo che per diversi mesi in questo anno giubilare è stata nella Chiesa parrocchiale di Molini di Triora, dove nel lontano 1760 inizio la sua vita terrena e cristiana.

La celebrazione, presieduta da Don Pietro Mihalute, nuovo Vicario Foraneo del Vicariato Levante- Valle Argentina e concelebrata da Don Antonio Arnaldi parroco di Taggia e Don Vincenzo Avocadi co-parroco di Taggia e parroco nell’entroterra e da Don Antonio Robu, parroco di Molini di Triora, ha visto una bella partecipazione delle nostre piccole e grandi comunità.

“Ringraziamo il Signore per il dono di San Giovanni Lantrua, santo martire della nostra terra”, ha dichiarato Don Antonio.

Sabato prossimo 21 Novembre alle ore 10.00 vi sarà la celebrazione ufficiale del Congedo dal Santo con la presenza del Vescovo Diocesano Mons. Antonio Suetta e sacerdoti della diocesi nonchè rappresentanze civili e militari; infatti nei primi giorni della settimana 23 – 28 novembre l’Urna col santo farà rientro a Roma presso la Basilica Santa Maria in Aracoeli.

Alle ore 9 vi sarà una intitolazione di una Piazza a San Giovanni Paolo II che il 1 ottobre del 2000 elevò agli onori degli altari il nostro Santo mentre alle ore 11 il piazzale antistante il camposanto verrà intitolato a Mons. Ferdinando Novella che per oltre 40 anni fu parroco di Molini di Triora.

“Invochiamo San Giovanni Lantrua per la nostra Valle Argentina e per tutta la diocesi affinché quest’anno giubilare che si concluderà il 7 febbraio 2016 sia occasione di crescita nella fede e nella testimonianza cristiana”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.