Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il giallo dei proventi della Tares spariti, indaga il Comune di Imperia

La tassa sulla spazzatura, dal 1° gennaio 2014, è stata trasformata in Tari, componente, insieme alla Tasi, della Iuc

Imperia. Un ammanco di 100 mila euro per ciascun anno preso in considerazione. Ora è scattata una caccia ai proventi della Tares distratti all’Ast, l’azienda comunale dei tributi. Parte dei versamenti dell’ex tassa sulla spazzatura risulterebbero, infatti, contabilizzati, ma non incassati. Lo scrive La Stampa/Il Secolo XIX.

Dirigenti e funzionari comunali stanno scavando nella documentazione, affiancati dal presidente dell’Ast, Paolo Trucco, arrivato dopo il periodo dell’ammanco. Il giallo delle dimissioni da parte di una impiegata dell’Ast, che, volontariamente, ha lasciato il suo posto di lavoro (a tempo indeterminato) rende la vicenda più misteriosa. L’inchiesta interna avviata dal Comune è coperta dal più stretto riserbo.

Prima di coinvolgere la Procura, a Palazzo vogliono vederci più chiaro. Lo stesso sindaco Carlo Capacci, sulla vicenda, si è trincerato dietro un «no comment», ma non ha smentito che sono in corso accertamenti.

La Tares, la tassa sulla spazzatura, dal 1° gennaio 2014, è stata trasformata in Tari, componente, insieme alla Tasi, della Iuc. Prima di quella data, i cittadini dovevano versare il tributo al Comune passando attraverso l’azienda speciale, tramite bollettino o recandosi direttamente agli sportelli di via Cascione. Dall’anno scorso, invece, si paga esclusivamente a mezzo di delega di pagamento (modello F24) pre compilato presso qualsiasi banca o ufficio postale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.