Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grande successo per la VI edizione di “Ciak…un’emozione – videofestival giovani” foto

Un numerosissimo pubblico che ha seguito con interesse e partecipazione la proiezione dei corti selezionati per la finale tra gli oltre mille pervenuti da tutto il territorio nazionale e dall’estero

Sanremo. Si è svolta domenica 15 novembre presso il teatro del Casinò di Sanremo la finale della sesta edizione del Videofestival internazionale “Ciak…un’emozione”, organizzato dall’Associazione Culturale Matteo Bolla con il patrocinio del Comune di Sanremo e della Regione Liguria, riservato ai cortometraggi realizzati dai giovani tra i 14 e i 30 anni.

La rassegna, presentata da Renzo Balbo e Francesca Bertini, con la regia di Nico Cosentino, ha richiamato un numerosissimo pubblico che ha seguito con interesse e partecipazione la proiezione dei corti selezionati per la finale tra gli oltre mille pervenuti da tutto il territorio nazionale e dall’estero.

Il cortometraggio “Dinner for two” sul tema dei falsi pregiudizi della 26enne ucraina Oksana Voitenko si è aggiudicato ben tre riconoscimenti: il premio assegnato dai membri dell’Associazione Matteo Bolla, la targa della giuria popolare, grazie ai voti raccolti tra i presenti in sala, e quella della giuria della critica presieduta dal regista Piero Farina.

Il corto “Azul Pastel”, un affresco poetico a metà tra natura e ricordo, della 24enne messicana Nina Chavez Gongora ha vinto la targa della giuria tecnica, presieduta dal regista Angelo Licata.

Per la prima volta il videofestival ha dedicato una speciale sezione ai cortometraggi di animazione. La targa, dedicata alla memoria di Nicholas Lacchetta, uno dei presentatori delle scorse edizioni scomparso un anno fa e da sempre vicino all’Associazione Matteo Bolla, è stato vinta dal corto “Il principe” di Davide Salucci.

Il premio dell’Associazione Matteo Bolla è stato realizzato dall’artista locale Marco Manni, studente di Grafica e Illustrazione dell’Accademia di Belle Arti di Sanremo.

“Il trofeo – spiega il giovane Marco Manni – ha una forma minimalista ricavata dal legno di ulivo, in omaggio al nostro territorio. Nella parte alta è stato applicato un foro riempito di plexiglass, al cui interno è inserita una placca d’argento che riproduce due fotogrammi di una pellicola cinematografica, simbolo della manifestazione”.

Tra le autorità presenti sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, l’assessore al Turismo, alla Cultura e alle Manifestazioni del comune matuziano Daniela Cassini, il sindaco di Taggia Vincenzo Genduso e l’assessore al Turismo della Regione Liguria Gianni Berrino.

Molto soddisfatti, al termine della serata, Licia Albini e Riccardo Bolla che hanno presentato al pubblico anche il volume “Il nostro viaggio” che racchiude la vita dell’Associazione Matteo Bolla tra manifestazioni e donazioni in otto anni di attività.

“Siamo molto contenti, il successo di questa sesta edizione è sicuramente merito di tutti coloro che continuano a credere in noi e ci sostengono durante l’anno. L’ottimo livello qualitativo raggiunto dai corti che si sono qualificati per la finale e il gran numero delle opere giunte da tutto il mondo, da quest’anno anche di animazione, sono la testimonianza del gran lavoro svolto in questi mesi.

Ringraziamo tutti gli intervenuti, le scuole, i ragazzi del Tavolo Giovani di Sanremo che hanno collaborato attivamente alla selezione dei cortometraggi e tutti coloro che hanno partecipato al concorso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.