Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grande partecipazione alla conferenza sull’Alzheimer

Martedì 1 dicembre , alle ore 21.30, il prof. Tabaton sarà ospite di Imperia Tv all'interno della trasmissione "Punto d'incontro"

Più informazioni su

Imperia. Sabato 28 novembre ha avuto luogo presso la sala del Museo dell’Olivo di Imperia, una conferenza gratuita sulla demenza più diffusa del mondo, il morbo di Alzheimer.

L’evento, organizzato dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso “dott. Raineri” a cura di Tiziana Naclerio, ha avuto quale illustre relatore il prof Massimo Tabaton, neurologo di fama internazionale che da 20 anni si occupa dello studio della malattia di Alzheimer e di altre malattie degenerative cerebrali. Il prof. Tabaton ha scoperto i meccanismi responsabili dell’accumulo della forma solubile della beta-proteina, la sostanza tossica che causa la malattia di Alzheimer e, per questo, nel 2003 è stato insignito dell’Alzheimer Award. Fa parte della Top Italian Scientists 2012, e ha all’attivo oltre 150 pubblicazioni su importanti riviste scientifiche internazionali.

L’incontro, che ha registrato una grande affluenza di pubblico, ha offerto ai partecipanti l’opportunità di conoscere i risultati dei recenti studi nell’ambito della ricerca scientifica e della prevenzione, che offre nuove speranze per il futuro.

La conferenza è stata introdotta da Tiziana Naclerio che ha mostrato gli ultimi dati del World Alzheimer Report 2015, secondo cui, in tutto il mondo, sono circa 46 milioni le persone affette da demenza di cui 36 milioni con la malattia di Alzheimer – una condizione che rappresenta quindi circa il 60-80% di dei casi di demenza. Si prevede che entro il 2050, saranno circa 131 milioni gli anziani che vivranno con il morbo di Alzheimer.

Purtroppo anche a Imperia siamo in molti ad avere un familiare colpito da questa terribile malattia, e non esistono strutture di sostegno per i caregiver, che sono abbandonati a se stessi” – riferisce Tiziana – ” ho in progetto di costituire un gruppo di mutuo aiuto a Imperia nella sede della Società Operaia di Porto Maurizio, le persone interessate a partecipare, anche in veste di facilitatori, possono contattarmi direttamente a info@tiziananaclerio.it“.

La conferenza è entrata poi nel vivo con la relazione del prof. Tabaton che ha evidenziato i numerosi ostacoli alla prevenzione incontrati finora dalla ricerca , tra cui la mancanza di tecniche per diagnosticare l’Alzheimer nelle sue fasi iniziali. “Lo scenario futuro prevede una terapia anti beta-amiloide, che funzionerà se iniziata prima dell’esordio dei sintomi, considerato che questa proteina, responsabile della malattia di Alzheimer, inizia ad accumularsi nel cervello circa 30 anni prima dell’esordio della malattia stessa” dichiara Tabaton “ed è questa la speranza più forte nel campo dell’Alzheimer. Ci vorranno ancora due/tre anni per avere i risultati della sperimentazione ora in atto negli Stati Uniti“.

Martedì 1 dicembre , alle ore 21.30, il prof. Tabaton sarà ospite di Imperia Tv all’interno della trasmissione “Punto d’incontro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.