Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dolceacqua, i Carabinieri arrestano il “Lupin” piemontese

Brillante operazione degli uomini diretti dal Tenente De Tommaso e coordinati dal Maggiore Sanna

Dolceacqua. Un intervento brillante, messo in atto dai carabinieri del Nucleo Radiomobile Operativo di Ventimiglia, diretti dal Tenente Giovanni De Tommaso, e coordinati dal Maggiore Giorgio Sanna, ha permesso di assicurare alla giustizia un abilissimo ladro di appartamenti che, la scorsa notte, si trovava nel paese dei Doria.

Ottavio Piramide, questo il nome dell’Arsenio Lupin italiano che, nei sui 47 anni di vita, ha alle sue spalle una serie di precedenti per furto aggravato perpetuati in tutto il settentrione ed in maniera particolare nella sua regione d’origine: il Piemonte.
Ma, impeganto a svaligiare una villa in via Bartolomeo Tornatore a Dolceacqua, non aveva fatto i conti con i carabinieri della città di confine.

Avvisati da alcuni vicini, insospettiti dalla presenza di una Opel Astra nera nei dintorni dell’abitazione appena svaligiata, i Carabinieri del NORM si sono immediatamente recati sul posto.
Fortuna e intuito vogliono che, proprio quella sera, alcune pattuglie fossero impegnate a controllare la zona per limitare il fenomeno dei furti.

I militari hanno bloccato con la loro auto la strada provinciale e, intercettata l’Opel Astra, hanno immediatamente fermato il ladro in fuga.

A seguito di perquisizione dell’auto, i carabinieri hanno ritrovato al suo interno tutto l’occorrente per il furto perfetto: kit di cacciaviti, passamontagna, spray al peperoncino da usare su malcapitate vittime e un navigatore satellitare per avere sempre a disposizione la mappatura delle strade e cercare così una via di fuga.

Oltre a questo, sempre nell’auto, sono stati rinvenuti i 670 euro appena rubati nella villa di via Tornatore, di proprietà di un pensionato inglese.
A seguito di altri controlli, inoltre, i carabinieri hanno scoperto un’ulteriore accortezza di Piramide per evitare di essere intercettato: le targhe originali della sua auto erano state rimosse e sostituite con quelle originariamente presenti sulla vettura della figlia.
Arrestato per furto aggravato e possesso di oggetti e materiale da scasso, Ottalio Piramide sarà processato per direttissima presso il Tribunale di Imperia.

Nel frattempo continuano le indagini dei Carabinieri per scoprire eventuali coinvolgimenti del ladro in furti avvenuti di recente nell’imperiese.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.