Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal gruppo Pd una proposta di legge per tutelare i panifici artigianali

“Una normativa simile è già in vigore in altre Regioni italiane, per esempio in Lombardia, Piemonte e Veneto – conclude Rossetti – con la finalità di promuovere e tutelare l’attività di panificazione”

Genova. “Dall’avvento di panifici che lavorano con tecniche alternative come la surgelazione, l’utilizzo di conservanti e prodotti precotti o semilavorati, credo che sia necessario e urgente approvare una normativa ad hoc per il settore della panificazione.”. Per questo, il Consigliere Regionale Pippo Rossetti a nome del Gruppo PD ha presentato una proposta di legge che contiene anche norme atte a favorire la formazione professionale rivolta al femminile e ai giovani che intendono fare della panificazione la propria professione.

“La proposta di legge che dispone di una regolamentazione nella produzione e vendita del pane – spiega Rossetti – ha due obiettivi: l’ammodernamento delle imprese e la tutela pubblica. Il prodotto del laboratorio del “Panificio” è prima di tutto qualità e fondamentale è utilizzare il termine “Pane fresco” che è proprio quello confezionato senza interruzioni, privo di congelamento, di surgelazione delle materie prime e dell’impasto. Quindi,tutelare il consumatore rispetto alla qualità del pane che compra in conformità alle norme europee e promuovere la tipicità del prodotto anche incentivando la formazione professionale specifica per la creazione di nuove imprese è quanto ci siamo proposti, conoscendo l’alto valore artigianale delle micro imprese che operano in questo settore.”

La normativa proposta determina la denominazione di pane , panificio e impresa di panificazione, responsabile dell’attività produttiva e forno di qualità : in questo modo la Regione Liguria   vuole sostenere la modernizzazione e lo sviluppo dell’attività della panificazione.

“Una normativa simile è già in vigore in altre Regioni italiane, per esempio in Lombardia, Piemonte e Veneto – conclude Rossetti – con la finalità di promuovere e tutelare l’attività di panificazione”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.