Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Comune di Sanremo, riunione sulle locazioni irregolari degli appartamenti a uso turistico

Ass. Asseretto: "La Polizia Municipale ha effettuato 20 accertamenti di questa concorrenza sleale"

Sanremo. Si è svolta nei giorni scorsi una riunione, convocata dagli Assessori Anna Asseretto (Attività Produttive) e Daniela Cassini (Turismo, Cultura e Manifestazioni) su input delle associazioni di categoria, per sviluppare ulteriormente il confronto in riferimento alle locazioni irregolari degli appartamenti ad uso turistico.

All’incontro con l’Assessore Asseretto hanno preso parte, oltre alla Polizia Municipale, Questura di Imperia, Regione Liguria, Confcommercio – Federalberghi, Rescasa, Confesercenti – Assotel, Confindustria – Federturismo, Rescav, Confartigianato e i comuni di Imperia, Taggia, Bordighera e Santo Stefano.

Dobbiamo porre in essere un’azione comune – spiega Anna Asseretto – per informare che esiste una normativa per regolamentare questo tipo di attività che a Sanremo cresce in particolari periodi dell’anno, come durante la stagione estiva e il Festival della Canzone Italiana. Questo fenomeno, di rilievo nazionale, è in aumento. Non siamo contrari alle locazioni degli alloggi ad uso turistico ma è necessario che tutto avvenga secondo le norme, in condizioni di parità rispetto alle regolari attività ricettive. Soprattutto in questo periodo, è anche una questione di sicurezza”.

Dall’incontro è emerso che sui siti on line sono presenti molti più appartamenti rispetto a quelli realmente e correttamente comunicati alla Regione e ai Comuni.

Il controllo incrociato tra Regione e Comune permette di conoscere la situazione del nostro territorio e degli altri enti sugli appartamenti in regola. Quindi gli accertamenti vengono effettuati sugli alloggi che non risultano negli elenchi.

 In provincia di Savona – continua l’Assessore Asseretto – ci sono comuni virtuosi in materia che verranno contattati a breve per apprenderne le strategie di intervento. Per quanto ci riguarda, sono oltre 20 gli accertamenti effettuati dalla Polizia Municipale nella nostra città nei confronti di questa concorrenza sleale. I controlli continueranno in modo costante e assiduo nei prossimi mesi”.

Onde evitare di incorrere in sanzioni, si ricorda quindi che è d’obbligo seguire le norme regionali (L.R. 32/2014), ovvero inviare alla Regione e al Comune una comunicazione di locazione ove vengano dichiarati il possesso e le caratteristiche delle unità abitative (superficie, capacità ricettiva, localizzazione, ecc), oltre alle tariffe massime e minime che si intende applicare.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.