Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Attività partigiana in provincia di Imperia, lunedì la festa per i 35 anni dal ricevimento della medaglia d’oro

Seduta solenne del Consiglio provinciale e dell’Assemblea dei sindaci per ricordare l’evento del 16 novembre 1980, quando a Imperia il Presidente della Repubblica On. Sandro Pertini consegnò l’onorificenza

Imperia. La Provincia di Imperia ricorda “un giorno speciale” della sua storia: lunedì 16 novembre, alle 10, sono stati convocati in forma solenne il Consiglio e l’Assemblea dei sindaci, in occasione del 35° anniversario del ricevimento della medaglia d’oro al Valor Militare per l’attività partigiana, consegnata il 16 novembre del 1980 dall’allora Presidente della Repubblica On. Sandro Pertini. La cerimonia prevede i saluti delle autorità, ed in particolare del Presidente della Provincia Fabio Natta, del Prefetto Silvana Tizzano, del sindaco di Imperia Carlo Capacci, del presidente dell’Istituto Storico della Resistenza di Imperia on. Giovanni Rainisio. Sono previsti anche gli interventi di Lamberto Bosio, portavoce dei sindaci dei Consigli comunali dei ragazzi e del professor Franco Manti, docente all’Università di Genova, che terrà l’orazione ufficiale. L’appuntamento di lunedì, al quale sono stati invitati pure gli amministratori provinciali di 35 anni fa, sarà anche l’occasione per rivivere la giornata del 16 novembre 1980 e il significato del riconoscimento attribuito alla Provincia di Imperia, ricordati all’ingresso del Palazzo della Provincia con un’imponente lapide a lato della porta principale della sala consiliare. Infatti, grazie anche alla preziosa collaborazione dell’Istituto Storico della Resistenza di Imperia, si potrà visitare una mostra con documenti e immagini che riportano indietro di 35 anni e all’attività partigiana imperiese durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il Presidente Fabio Natta commenta: <Il ricordo di quel giorno porta con sé la voce della Storia della nostra terra e della sua gente, ci racconta di uomini e di donne che rischiarono e in molti casi persero la vita in nome della libertà, e ci consegna l’eredità morale di custodire con orgoglio la nostra appartenenza a una delle Province italiane che si distinsero per l’impegno e il sacrificio nella lotta per la Liberazione. Ritengo quindi doveroso celebrare questa significativa ricorrenza, alla presenza dei protagonisti di allora e degli attuali rappresentanti delle Istituzioni, per rinforzarne il ricordo e condividerlo anche con le giovani generazioni, trasmettendo loro i valori e gli ideali fondanti dei quali l’onorificenza ricevuta è il simbolo>.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.