Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Attentato di Imperia, il prefetto “Improprio parlare di mafia, attenzione ad esprimere giudizi” fotogallery

Già il questore a Riviera24 si era appellato ai cittadini stigmatizzando l'episodio accaduto l'altra notte in città

Imperia. “Abbiamo fatto una riflessione su quello che é accaduto. Questo è un attentato incendiario un po’ diverso dal solito. Tuttavia attendiamo le risultanze delle indagini degli investigatori. Dare risposte affrettate, in questo momento, è decisamente improprio. Tuttavia è un episodio che ci prende alla sprovvista, ma ci sono state anche delle operazioni condotte dalle forze dell’ordine che si sono concluse con risultati eccellenti. Non sono d’accordo con il sindaco Carlo Capacci che ha parlato di mafia. Prima di fare prima di fare affermazioni così pesanti ci penserei sopra”.

Lo ha detto il prefetto Silvana Tizzano dopo il vertice che si è tenuto questa mattina con questore, comandante dei carabinieri e della guardia di finanza ad oltre 24 ore dall’attentato alla sala scommesse Eurobet di via del Collegio a Oneglia che ha provocato un morto e un ferito tra i responsabili. Un terzo albanese, loro connazionale, è stato arrestato.

Ancora il prefetto di Imperia. “Non è il momento di fare allarmismi. Cerchiamo piuttosto di essere più cauti nelle espressioni. Leggiamo bene gli episodi prima di esprimere giudizi e teniamo alta la guardia. La gente deve sapere che c’é una attenzione fortissima in tutte le situazioni e anche in questo contesto. In questa riunione abbiamo parlato anche del settore delle scommesse, un comparto che, a maggior ragione, necessita verifiche scrupolose anche dal punto di vista amministrativo e non solo di controllo. Anche in questo caso prima di dare giudizi e formule codificate, capiamo bene qual è il fenomeno che stiamo scontando”.

Lo stesso questore Pasquale Zazzaro stamane a Riviera24 aveva sottolineato l’importanza di non abbassare la guardia. “Questa città non può più essere considerata come un’isola felice. É un pò che lo diciamo e questa volta lo ripetiamo con forza. Imperia, come altre città d’Italia, deve fare i conti con questo genere di episodi. Sta alle forze dell’ordine e ai cittadini collaborare insieme affinché si prendano le distanze da situazioni come queste”, aveva precisato il numero uno della polizia.

Incontro prefettura attentato

E a Oneglia la gente continua la “processione” davanti alla sala scommesse. Un fatto grave che sta alimentando forti preoccupazioni anche per la presenza di stranieri clandestini che vivono nell’ombra e che spesso si dedicano ad attività illecite come lo spaccio di droga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.