Quantcast

Accusata di frode la “signora dei porti” Beatrice Cozzi Parodi

Scoperto un giro di false fatturazioni e l'omissione al fisco di 6 milioni di euro. Rinviata a giudizio

Imperia. Rinviata a giudizio la “signora dei porti” Beatrice Cozzi Parodi con l’accusa di frode fiscale. Avrebbe omesso di dichiarare circa 6 milioni di euro relativi a una serie di operazioni immobiliari e di compravendita di posti barca. Coinvolte anche la suocera Giovanna Pivas e la cognata Graziella Maria Cozzi.

Le società con le quali le donne avrebbero commesso gli illeciti sono: “Portosole” a Sanremo, il complesso immobiliare “Le terrazze degli Aregai” e il porto “Marina degli Aregai”, entrambi a Santo Stefano al Mare. L’indagine condotta dai PM Francesca Scarlatti e Marco Zocco avrebbe permesso di scoprire un giro di false fatturazioni che avrebbero inciso sulla dichiarazione dei redditi non conforme alla realtà nell’anno 2008.

Il processo nei confronti delle imputate è stato disposto dal G.U.P. Massimiliano Rainieri. La prima udienza è stata fissata per il prossimo 4 aprile 2016 di fronte al giudice Anna Bonsignorio.