Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Servizi Sociali, ulteriore accorpamento distrettuale per ottimizzare i servizi

Approvato ieri il piano di distretto Sociosanitario

Ventimiglia. In ottemperanza alla normativa regionale si è approvato ieri il piano di distretto Sociosanitario.

La Conferenza dei Sindaci del distretto – presieduta dall’assessore ai Servizi Sociali Vera Nesci del Comune di Ventimiglia, capofila di 17 comuni – si è riunita la settimana scorsa per raccogliere le osservazioni delle amministrazioni e rendere operativo il lavoro di mesi degli uffici competenti.

Ieri si è giunti all’approvazione del piano di distretto che riguarda la programmazione dei servizi per il prossimo triennio e ne delinea l’organizzazione.

La Regione Liguria ha richiesto di lavorare su due ambiti: sulla gestione associata dei servizi sociali e sulla costituzione di equipe integrate socio sanitarie composte da personale dei Comuni e della ASL 1 Imperiese.

In materia di servizi, la gestione associata è gia obbligatoria in molti settori, ma nel nostro territorio alcuni servizi sono gestiti dal distretto con un bacino di 57.000/58.000 utenti mentre altri servizi sono gestiti a livello di ambito territoriale e riprendono un bacino di utenti nettamente inferiore, di 10.000 circa, escluso ventimiglia che ne include 27mila.

La prospettiva auspicata è passare da una gestione dei servizi di ambito territoriale a una distrettuale, nell’ottica di avere bacini di utenza più ampi per ottenere condizioni contrattuali per servizi e beni più vantaggiosi secondo economia di scala.

Due esempi illustrativi: la programmazione di un unico regolamento per l’applicazione ISEE per avere prestazioni sociali agevolate e l’ottenimento di un contratto unico sull’assistenza domiciliare invece di 4 che corrispondono agli ambiti territoriali del nostro distretto.

Il secondo filone su cui lavorare riguarda la costituzione di equipe integrate socio sanitarie su target di utenza dove si concentrano i servizi socio sanitari: anziani, minori, disabili sia minori che adulti e persone con disagio psichico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.