Quantcast
L'intervista

Rimosso un nido di vespa velutina, prosegue il lavoro dell’Università di Torino nel ponente fotogallery video

Per info: www.vespavelutina.eu - www.vespavelutina.unito.it

Rimosso un nido di Vespa Velutina a Sanremo

Sanremo. La Vespa Velutina sta diventando un problema anche qui nel nostro ponente ligure. Ieri infatti una squadra di borsisti dell’università di Torino si è recata presso una casa in costruzione in via Duca degli Abruzzi a Sanremo per rimuovere un nido.

Il professor Marco Porporato, aggregato di Apicoltura e Entomologia alimentare e animali infestanti dell’Università di Torino – Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari (DISAFA) – Osservatorio di Apicoltura, ci ha spiegato il lavoro svolto dai tre borsisti: “Si tratta di un progetto europeo di rilevanza ambientale, un programma di contenimento spaziale della vespa e operare per evitare la diffusione nel ponente dell’insetto.”

E ancora: “Sono azioni svolte da partners differenti a partire dall’università di Torino che è l’ente capofila, il Politecnico di Torino, Abbazia Padri Benedettini di Finale Ligure e l’Aspromiele. Il progetto ha una durata di 4 anni e si stanno effettuando azioni di monitoraggio, oltre ad effettuare rilievi per ottenere i dati per capire la diffusione della specie. Un lavoro  di squadra che coinvolga tutti i soggetti sul territorio, da 2 milioni e 300 mila euro.”

A rimuovere il nido ci hanno pensat i tre borsisti dell’Università, i dottori Luca Croce, Davide Greco e Andrea Romano, il quale ha spiegato: “La segnalazione è giunta tre mesi fa e siamo riusciti ad intervenire noi perchè i volontari che stanno lavorando sulla zona sono impegnati con altri nidi. Abbiamo notato che il nido secondario – prosegue – è caduto dal cornicione e le vespe se lo sono fatto un altro all’interno dell’edificio e siamo andati ad agire con dell’insetticida sui nidi distruggendoli.”

La vespa velutina è arrivata in Francia dalla Cina e si sta espandendo anche in Italia, in particolar modo nel ponente ligure; è molto pericolosa per le api ma anche per gli esseri umani.

Per info: www.vespavelutina.eu – www.vespavelutina.unito.it

 

commenta