Premio Tenco, il poeta professore Roberto Vecchioni mattatore nel segno di Guccini fotogallery

Guido De Maria (Premio Tenco 2015 all’operatore culturale) è stato protagonista di un simpatico siparietto con Francesco Guccini che a sorpresa si è fatto vivo all'Ariston

Sanremo. Un inizio frizzante della prima serata del Premio Tenco che si è svolta al teatro Ariston di Sanremo ieri sera e condotto dall’inossidabile Antonio Silva. “Fra la via Aurelia e il west”, questo il nome della rassegna dedicata a Francesco Guccini e tanti sono stati gli ospiti che si sono esibiti sotto il segno della canzone d’autore. Sono saliti sul palco (in ordine alfabetico e non di apparizione): Appino, John De Leo, Vittorio De Scalzi, Cristina Donà (Targa Tenco miglior canzone), La Scapigliatura (Targa Tenco migliore opera prima), l’Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz diretta da Paolo Damiani e Roberto Vecchioni. Guido De Maria (Premio Tenco 2015 all’operatore culturale) è stato protagonista di un simpatico siparietto con Francesco Guccini che a sorpresa si è fatto vivo all’Ariston. Divertenti le apparizioni comiche di Paolo Migone

Il pezzo forte della serata è stata l’esibizione di Roberto Vecchioni con il binomio musica e poesia e il gran finale con una commovente “Luci a San Siro” che ha fatto sognare l’Ariston.

Stasera a partire dalle 21 toccherà a Carmen Consoli, Armando Corsi (Premio “I Suoni della canzone”), Mauro Ermanno Giovanardi (Targa Tenco migliore album), Jacqui McShee (Premio Tenco), l’Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta da Vince Tempera con Vanessa Tagliabue Yorke alla voce, Leonardo Pieraccioni, Bobo Rondelli.