Quantcast

Operazione Stakanov, Ermete Realacci: “Serve uno scatto civile e culturale”

"Per voltare pagine serve il contributo di tutti, istituzioni, politica e cittadini"

Sanremo. “Cominciano a vedersi i primi segnali dei nuovi strumenti adottati nella lotta all’illegalita’. All’ efficace azione delle Procure si sta affiancando l’intensa attivita’ dell’Autorita’ nazionale anticorruzione. La lotta al malaffare negli appalti pubblici diventera’ ancora piu’ stringente con l’approvazione del nuovo codice degli appalti che la Camera votera’ la prossima settimana”. Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, commentando lo scandalo Anas e le ultime vicende di corruzione.

“Il provvedimento prevede il rafforzamento dei poteri dell’Anac e una serie di interventi per garantire trasparenza ed efficienza in una zona dove da troppi anni alligna malaffare e opacita’. Basti pensare al ripristino dei controlli indipendenti e allo stop ai criteri del massimo ribasso e alle varianti in
corso d’opera. Per quanto riguarda l’Anas esprimo sostegno al nuovo presidente Armani impegnato in un’opera quanto mai necessaria di rinnovamento della missione di un’azienda strategica per il Paese”, aggiunge. “Ma l’azione giudiziaria non basta. Serve uno scatto civile e culturale per sradicare quella cultura dell’illegalita’ diffusa che favorisce a sua volta la corruzione. Guardiamo a quello che e’ accaduto nel comune di Sanremo. Per voltare pagine serve il contributo di tutti, istituzioni, politica e cittadini. Assumiamoci le nostre responsabilita’ e torniamo a guardare con fiducia al futuro”, conclude.