Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

16 mesi di Amministrazione Biancheri : “Compatti su PUC, piano rifiuti e outlet con la spada di Damocle del Patto di Stabilità” fotogallery video

Sindaco Biancheri: "Le polemiche sull'outlet mi hanno fatto male perché ho ricevuto degli attacchi alla mia persona di basso profilo"

Sanremo. L’Amministrazione Biancheri compie circa 16 mesi di vita. E si fanno lew prime valutazioni complessive del suo operato. Oggi in sala Giunta di Palazzo Bellevue, c’era la maggioranza schierata al gran completo, per spiegare cosa è stato fatto e cosa ci sarà ancora da fare.

Secondo gli intervenuti, primo cittadino in testa, tre sono i punti fondamentali ai quali è stato messo mano in questi mesi di governo: il PUC, il piano rifiuti e l’Outlet. Su questi, sempre secondo gli amministratori, il Governo cittadino ha dimostrato compattezza e capacità programmatica. Ora, c’è da pensare a rispettare il Patto di Stabilità -vera “spada di Damocle” di questa e altre amministrazioni – per il quale servono tra i 12 e i 14 milioni di euro.

GLI INTERVENTI

Alberto Biancheri: “Ringrazio di cuore a questo gruppo con il quale condivido un esperienza. Esperienza all inizio molto complicata. Nelle ultime tre pratiche affrontate questa maggioranza ha dato un segno di forza e compattezza, sia politica che delle idee. La parola d ordine è condivisione. Le tre pratiche che sono importanti per la città. Le polemiche sul outlet mi hanno fatto male perché ho ricevuto degli attacchi alla mia persona di basso profilo. Come maggioranza i tre passaggi importanti sono stato, piano rifiuti PUC e Outlet. Da gennaio inizierà la rivoluzione del porta a porta. PUC e piano rifiuti non sono ancora arrivati a compimento. Faremo arrabbiare molta gente e aspettiamo mesi duro ma quello dei piani rifiuti e la miglior risposta alla discarica. Con il PUC abbiamo preso un lavoro della amministrazione precedente alla quale abbiamo applicato le nostre idee. Dobbiamo continuare a lavorare sul discorso dell outlet per far si che il centro città venga rivitalizzato. In questo percorso i personalismi devono rimanere fuori. Noi abbiamo fatto il piano delle scuole: importante per due fattori. Per la prima volta abbiamo avuto un idea chiara della situazione sicurezza nelle scuole. Poi siamo stati chiamati ad intervenire, con più di due milioni di euro di denaro pubblico. Per far tutto perfetto ci vorrebbero ancora più soldi. Ma per i controssoffitti e gli impianti sportivi siamo a posto e in sicurezza. Queste spese però vanno a incidere sui dodici milioni di euro del patto di stabilità. Come vanno a incidere il progetto pigna a mare, l illuminazione a lei del centro storico. Stiamo portando avanti il discorso delle palestre e i lavori nel mercato dei fiori. A villa Ormond stiamo lavorando per potenziarla e far si che possa ospitare due campi dal basket e è uno da pallavolo. Verrà aperto il Museo dei Fiori, la cui inaugurazione. È prevista per dicembre. Anche a il primo lotto di Santa Tecla verra inaugurato a Dicembre. Una nuova trasmissione Rai è prevista per il 27 dicembre. Abbiamo lavorato sulle crociere. Uno dei nostri maggiori successi, con tanto i mi piace su Facebook , è stato quello delle navette porta bici. Crediamo nel discorso sicurezza e nello spostamento del Comando della Municipale in piazza Eroi Sanremesi. Inoltre siamo vicini a istallare dei dossi in corso Inglesi e semafori nei punti sensibili della città. Abbiamo poche risorse ma interverremo sul piano depor, sui chioschi di piazza muccio li e sui cantieri del porto. Oggi amministrare uomo dire fare delle scelte, senza però poter accontentare tutti. Siamo agli sgoccioli sul decidere cosa fare e non di Portosole. Per quanto riguarda il Consorzio Forestale, sarà come una ciclabile nell entroterra. Nel senso che avremo diversi comuni che faranno sinergia. Dal 2014 al 2020′ come fondi europei, dovrebbero arrivare tra i dodici e i quattordici milioni di euro. Serviranno anche per rivitalizzare il nostro entroterra, che rimane ancora un area “debole”. Ci aspetta ora il Patto di Stabilità. Sono in contatto con la Cassa Depositi e prestiti. Dobbiamo creare, con i privati, un braccio operativo del Comune. Sarà un Agenzia o un contenitore di soggetti. Altro punto è quello di piazza Borea d’olmo. Su questa la scora amministrazione ha avuto la forza di sgomberarla, ora tocca a noi riempirla. Grazie a tutti perché è stato un anno e mezzo complesso. Non siamo andati in ferie ad agosto perché c’erano troppe scadenze da rispettare. La scelta di nominare un direttore generale del Casino è stata coraggiosa e rischiosa, ma andava fatta. Abbiamo aumentato il canone del casino perché si prevede un aumento del utile. Per rientrare nei 12 milioni del Patto bisogna vendere qualcosa e ritardare dei pagamenti. Poi c’è la “Santa Rai” ma quel punto non voglio arrivare. Quello che ci ha distrutto è stato l anticipo del 2013 con otto milioni di euro. Il Patto di Stabilità rimane il problema numero uno. Sul PUC faremo, entro natale, un assemblea cittadina”.

Alessandro Sindoni: “Grande lavoro e grande partecipazione, non solo in Consiglio ma anche in commissione.abbiamo iniziato che ci davano come maggioranza variopinta e variegata e ora ci chiamano Falange Macedone. Siamo andati a toccare anche punti sensibili e abbiamo fatto scelte impopolari. Ma abbiamo operato avanti un idea di città. Vedasi il PUC a trazione turistica, assi equilibrato che darà molta linfa all economia cittadina. Con il piano depor si potrà lavorare fuori stagione con i dehor chiusi. Con i fondi della vecchia amministrazione partirà il piano telecamere. Opereremo sul accessibilità ai Tre Ponti, una delle spiagge più belle di Sanremo”.

Mario Robaldo: “Ritengo che l onestà intellettuale del Sindaco sia importante per la tenuta e la solidità del gruppo. Noi come PD non abbiamo mai avuto l impressione di essere guardati dall alto in basso. Prima vogliamo fare gli interessi della città è sicuramente abbiamo scontento qualcuno. Siamo partiti, per quanto riguarda il PUC! Abbiamo preso quanto di buono era già stato fatto ed abbiamo provato a migliorarlo, rispettando i tempi. È stata una scelta molto dibattuta ma alla fine c’è stata una compattezza è una condivisioni di intenti, tanto che il passo del voto in consiglio comunale è sembrato quasi una formalità”.

Francesco Prevosto: “Queste ultime tre pratiche approvate hanno dimostrato un salto di qualità della maggioranza. Questo mese, più che l’autunno, mi è sembrato come una primavera della maggioranza. Abbiamo dimostrato che siamo compatti e con una capacità programmatica. Non siamo una Falange Macedone come vogliono far credere dall opposizione, perché la falange prende ordine invece noi siamo compatti e democratici nelle scelte. Noi abbiamo capacità di sintesi, ci siamo compattati e invece l opposizione si è divisa. Con l outlet abbiamo voluto potenziare una zona della città periferica, con un occhio alla rivalutazione del centro cittadino. Vogliamo valorizzare il centro storico senza dimenticare il resto di Sanremo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.