Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Santo Stefano al mare, come a Taggia il punteruolo rosso si cura e non si abbattono le palme

Ci sono quattro palme infestate nei giardino del Monumento dei Caduti

Santo Stefano al mare. Il Comune rivierasco, come molti altri in provincia, si trova a fare i conti con l’infestazione di punteruolo rosso: il “coleottero killer” delle palme.

L’insetto si accanisce specialmente sulle Palme delle Canarie (Phoenix Canariensis). Quattro sono, in questo momento, gli esemplari aggrediti e che necessitano cure. Sono quattro palme che crescono nel giardino pubblico di via Aurelia Ponente dedicato al “Monumento ai Caduti”. Giardino che, a detta degli stessi tecnici comunali, si trova: “ in pessimo stato di conservazione” .

Al pari di quanto accade in questi giorni a Taggia, l’Amministrazione comunale sanstevese intende procedere nella cura delle piante tramite la dendrochirugia. Un processo che consiste nella graduale asportazione dei tessuti infestati fino alla completa rimozione del coleottero a tutti gli stadi: adulti, larve, pupe e uova. In altri Comuni, ad esempio Sanremo e Bordighera, si procede all’abbattimento delle palme malate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.