Quantcast

Sanremo, Sabina ricorda l’amico Pino: “Aveva il sorriso più bello che avessi mai visto”

Il racconto di un'adolescenza spensierata e felice

Sanremo. “Pino per me era come un fratello. Senza di lui, io non ce la farò”.

A scrivere queste parole piene di dolore è Sabina G., sedici anni appena, amica di Giuseppe Tuscano, il ragazzo che ha perso la vita nel tragico incidente di domenica mattina.

“Di Pino, mi mancherà tantissimo il sorriso, le sue battute…le figure che facevamo in giro per Sanremo”, scrive Sabina, raccontando l’adolescenza spensierata e felice di un bravo e dolce ragazzo che oggi non c’è più.

“Il suo sorriso, come gli ho sempre detto, era il più bello che avessi mai visto… Oggi, abbracciando suo fratello, sembrava di vedere Pino al suo posto…con gli stessi occhiali di Pino… Mi ricordo l’ultima volta che l’ho visto: era un sabato al Kursaal e io stavo male…e lui mi diceva che non dovevo stare male.. Perché dovevo sorridere visto che avevo un sorriso bellissimo…e poi ci siamo messi a ballare insieme…Mi manca troppo. Come farò? Senza i suoi consigli? I suoi sorrisi? Le sue canzoni calabresi? Vi posso giurare che un amico così non l’ho mai visto e mai più lo vedrò…C’era solo lui…TI AMO FRATELLO”.