Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Meteo Liguria, ancora sole e temperature miti previsioni

Lo zero termico attualmente intorno ai 3000 metri lo ritroveremo a metà settimana intorno ai 2000 metri

Più informazioni su

Condizioni moderatamente anticicloniche garantiscono tempo tutto sommato stabile sulla Liguria. Variabilità soleggiata almeno fino a mercoledì mentre correnti via via più fredde da nord-est causeranno un decisa diminuzione delle temperature. 

La fase anticiclonica sull’area nord-occidentale dell’Europa garantisce tempo tutto sommato stabile sulla Liguria fatta eccezione, come avvenuto nel pomeriggio di ieri, a isolati episodi d’instabilità appenninica diurna dalle caratteristiche più estive che autunnali con relativo sconfinamento costiero dei fenomeni sul Genovese e Tigullio.

La fascia di alta pressione con asse dalle isole Britanniche alla Scandinavia nella sua ulteriore e anomala espansione verso nord, se da un lato impedirà l’ingresso delle perturbazioni atlantiche sull’Europa mediterranea, dall’altra innescherà un afflusso di aria fredda di matrice artica dapprima sull’ Europa centro-orientale e in un secondo tempo sul Mediterraneo con conseguente e netto calo termico.

Tornando al tempo sulla Liguria, i cieli si manterranno sereni o al più poco nuvolosi sui settori costieri con annuvolamenti più probabili nelle zone interne dei versanti padani che via via saranno interessati dall’afflusso delle correnti nord-orientali più fresche e umide. Le temperature stante il ricambio della massa d’aria in arrivo subiranno un deciso calo, più significativo in montagna e sui versanti padani, fino a portarsi sotto le medie del periodo. Lo zero termico attualmente intorno ai 3000 metri lo ritroveremo a metà settimana intorno ai 2000 metri.

L’evoluzione oltre i canonici 3 giorni previsionali vede al momento un possibile peggioramento delle condizioni meteo anche sul Nord Italia e sulla nostra regione con il vortice depressionario che andrà a formarsi dall’afflusso dell’aria artica e dal conseguente contrasto di questa con le miti acque mediterranee, dapprima sul Mediterraneo centrale tra isole Baleari e Sardegna per risalire poi lungo il Tirreno fino alle regioni di Nord-Ovest. Stante la distanza temporale che ci separa è giocoforza necessario attendere gli aggiornamenti modellistici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.