Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’artista sanremese Anna Skoromnaya vince il Premio Speciale “be art buider” dell’International Lynx Art Prize”

Da tre anni docente di disegno all'Accademia di Belle Arti di Sanremo, finalista e vincitrice di vari concorsi ha già esposto in diverse nazioni

Sanremo. Anna Skoromnaya, artista sanremese ventinovenne, nata a Minsk (Bielorussia), si è laureata in pittura a pieni voti e con lode all’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Da tre anni docente di disegno all’Accademia di Belle Arti di Sanremo, finalista e vincitrice di vari concorsi ha già esposto in diverse nazioni: di lei si stanno recentemente interessando alcune importanti gallerie newyorkesi di Manhattan.

Con una tecnica assolutamente inedita ed innovativa, che ricomprende nelle sue installazioni aspetti fotografici e pittorici, grazie anche ad un uso dinamico della luce LED e all’inserimento di elementi sonori crea nello spettatore suggestioni multisensoriali, dando vita ad una serie di opere, denominata S.O.S. CODE, che tracciano un un ciclo, un percorso di introspezione psicologica sull’essenza del vivere nei suoi momenti cruciali e sulla necessita’ di ascolto e di attenzione all’altro.

Una delle opere della serie, dopo essere stata selezionata dalla Giuria nei giorni scorsi come finalista dell’International LYNX Art Prize, competizione alla quale hanno partecipato oltre seicento opere in concorso, prodotte da artisti provenienti da trenta paesi, si e’ quindi aggiudicata il Premio Speciale “BE ART BUIDER”. L’artista, proclamata vincitrice in occasione della cerimonia di premiazione avvenuta oggi presso il Salone degli Incanti a Trieste, si e’ cosi’ assicurata un contratto annuale che prevede l’esposizione di suoi lavori in vari e prestigiosi luoghi espositivi.

Inoltre, sempre nell’ambito del concorso, sono già previste mostre alla Lux Art Gallery di Trieste fino all’11 di Ottobre, in coincidenza con la “Barcolana”, la celebre regata del capoluogo giuliano. Poi a Novembre in Slovenia, presso la Galleria Lokarjeva di Aidussina ed infine per un mese, dalla fine di febbraio, nella Sala degli Archi della Fortezza Nuova di Livorno.

Un traguardo prestigioso al quale si affianca in parallelo un’altra importante conferma, la selezione come uno dei venti finalisti del Premio Internazionale CBM di Torino, kermesse artistica di indubbio spessore alla quale hanno partecipato circa 1200 artisti da tutto il mondo, che prevede tra l’altro, per alcuni piu’ meritevoli, la possibilità di essere scelti per esporre le proprie opere, oltre che a Torino, anche in gallerie di primo piano a Praga e a Londra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.