Quantcast

La Rari Nantes senza “azzurre” riparte con la russa Evgenia Pustynnikova

L'ossatura costituita da Elena Borriello, Laura Drocco, Sara Amoretti, Cecilia Solaini e Martina Bencardino

Imperia. Diversi cambiamenti nella rosa della Rari Nantes che ha chiuso lo scorso campionato al secondo posto e che si appresta ad una nuova stagione in A1 con tante novità in vasca.

Con partenze illustri di Gorlero ed Emmolo, due “veterane” della squadra, hanno lasciato Imperia anche Motta, Pomeri, Casanova e Ralat. Perdite da poco se si aggiunge quella già patita nella passata stagione con Carla Carrega, finita negli States.

Ma è giusto guardare avanti con nuovi arrivi a cominciare dalla fortissima giocatrice russa Evgenia Pustynnikova, campionessa europea con la sua nazionale a Zagabria 2010.  “Un elemento che potrà fare la differenza nella nostra squadra”, dice di lei la neo allenatrice Mercedes Stieber.

Il futuro giallorosso ha anche il suo zoccolo duro che i tifosi ben conoscono. E’ costituito da Elena Borriello, Laura Drocco, Sara Amoretti, Cecilia Solaini e Martina Bencardino. Saranno loro a far crescere un gruppo di ragazze in arrivo del vivaio. A loro si è aggiunta anche Emanuela Mori, ex centroboa del Rapallo che ha accolto l’invito del presidente Luca Ramobne di giocare a Imperia.

C’è poi la portierina Sara Sowe, già nel giro della nazionale giovanile insieme a Jamila Tedesco, con Margherita Garibbo, Silvia Gamberini, Giulia Cuzzupè e Nicole Ruma. Completeranno la rosa a disposizione della pluricampionessa, con la calottina dell’Ungheria, Stieber, l’anno scorso in acqua e nella stagione alle porte nelle vesti di allenatrice. “Chi meglio di lei può iniziare un nuovo corso, tanta esperienza da vendere, non sul bordo vasca, ma anni di pallanuoto masticati nel corso degli anni, quindi saprà certo confermarsi anche fuori dall’acqua?”, dice Ramone.