Morte in mare di Mauro Feola: ci sarebbe una nuova tesi accusatoria

Ora bisognerà aspettare la tesi del medico legale che porterebbe quasi sicuramente alla richiesta di rinvio a giudizio dei due bagnini

Imperia. E’ spuntata una tesi accusatoria in merito alla morte per annegamento dell’imprenditore di Diano Marina Mauro Feola. In sostanza i due bagnini, Aldo De Notaris 65 anni e Caterina Pandolfi di 19 anni, indagati per omicidio colposo e omissione di soccorso non sarebbero intervenuti nel soccorso in maniera tempestiva. Inoltre il Pm Paola Marrali nei giorni scorsi ha ascoltato come testimoni 15 persone, i quali avrebbero confermato la tesi della famiglia, ossia il non essere intervenuti in maniera rapida nel salvare dalla furia del mare Feola.

Ora bisognerà aspettare la tesi del medico legale che porterebbe quasi sicuramente alla richiesta di rinvio a giudizio dei due bagnini.