Quantcast

Mondiali pallanuoto U20, l’Italia di Carrega travolge l’Australia

Grande prestazione delle azzurrine impegnate nel torneo iridato in Grecia

Più informazioni su

Italia avanti tutta. Comunque andrà a finire domani la partita con il Canada, le azzurre andranno avanti nel torneo. Un risultato già importante, considerata l’estrema difficoltà del girone che è toccato in sorte alla squadra di Zizza.
Sofferta, ma per questo ancor più bella, la vittoria sull’Australia, ottenuta con una grande rimonta (da 5-2 a 5-7), con una grandissima prova di carattere.

Se ieri era toccato a Gragnolati essere protagonista in avvio, oggi è il turno di Marletta, che segna due volte con l’uomo in più. In mezzo la rete del capitano gialloverde Ruffin. Poi un tiro da fuori di Roberts porta le due squadre in parità al primo intervallo (2-2).

In questa prima parte di gara il giovane Setterosa prende troppi gol a uomini pari: il terzo (ancora Ruffin) arriva in apertura di secondo parziale, il quarto (Zimmerman) a metà secondo tempo (4-2).

Anche oggi, inoltre, c’è un lungo periodo senza gol da parte delle azzurre, che tornano a segnare nel terzo parziale con Ioannou dopo 14 minuti di digiuno, sul punteggio di 5-2 per l’Australia. E’ un gol molto importante, soprattutto dal punto di vista del morale.

Le azzurre riacquistano fiducia e raggiungono il pari con la scatenata Marletta, che fa poker segnando altre due reti con l’uomo in più (5-5). Con questo punteggio le squadre vanno all’ultimo intervallo.

Ormai è tutta un’altra Italia rispetto a quella che era andata sotto nel secondo parziale. C’è maggiore attenzione in difesa, c’è grande fiducia e soprattutto ci sono altri due gol, entrambi da fuori, che portano il giovane Setterosa avanti di due lunghezze all’inizio del quarto parziale. Segnano Carrega e Picozzi. Cinque reti di fila tutte azzurre: da 5-2 a 5-7!

L’Australia non ci sta. E’ Perkins, a tre minuti e mezzo dalla fine, a interrompere il filotto italiano con la rete del -1 (6-7). Poi il quarto gol personale di Ruffin riporta le aussie in parità (7-7) a 56″ dal temine. Ma a 15″ dalla sirena, con l’uomo in più, ancora Picozzi firma una rete di straordinaria importanza: non solo è il gol della vittoria, ma anche quello della qualificazione.

AUSTRALIA 7
ITALIA 8 (2-2; 2-0; 1-3; 2-3)

Australia: Baillie, Casey, Perkins 1, Roberts 1, Sogaard-Andersen, Steere, Mihailovic, Ruffin 4, Walsh, Zimmermann 1, Longman. All. Denis.

Italia: Sparano, Citino, Picozzi 2, Ranalli, Morvillo, Ioannou 1, Galardi, Carrega 1, Gragnolati, Marletta 4, Risso. All. Zizza.
Arbitri: Dreval (Rus) e Varkonyi (Hun).

Altro risultato del girone:
Olanda – Canada 15-15

Più informazioni su