Quantcast

Ecco “UnoJazz”, quattro serate di grande musica a Sanremo

Sanremo. Da oggi a domenica a Sanremo c’è “Unojazz”, quattro serate spettacolari ai giardini di Pian di Nave. 

L’organizzazione è curata dalla Cooperativa CMC di Sanremo con il patrocinio del Comune e l’apporto strutturale dello sponsor «Unogas», da sempre vicino al mondo della musica. Una parte degli incassi sarà devoluta in beneficenza

Si comincia con due band liguri, «Ottimo Massimo», da un’idea di Andrea «Dema» De Martini, e «West Project Orchestra», entrambe con un ospite di grande caratura, il trombettista Flavio Boltro. È un’anteprima, e l’ingresso è gratuito.

Da domani si entra nel vivo, con musicisti di prima grandezza: la «Kyle Eastwood Band», guidata dal talentuoso contrabbassista americano figlio di mr. «coraggio fatti ammazzare», e la acclamatissima Eliane Elias, cantante, pianista, compositrice, capace a declinare in chiave jazz la bossanova brasiliana di Jobim.

Sabato è invece atteso a Pian di Nave un poker incredibile: Jack DeJohnette alla batteria, un ectoplasma sulle scene italiane, Antonio Faraò al pianoforte (direttore artistico di «Unojazz»), Eddie Gomez al contrabbasso e Chris Potter al sassofono. La serata finale, domenica, è affidata invece al «Mario Piacentini Group», arricchito dalla presenza di Gianluigi Trovesi al clarinetto. A far calare il sipario sarà invece il più grande chitarrista manouche del mondo, Bireli Lagrene.

A dare la «sveglia» a Sanremo per l’imminenza delle serate jazz a Pian di Nave sarà dalle 18,30 la Equipage Ambassadors Dixie & Streep Parade che batterà le vie del centro. I biglietti possono essere acquistati on line sul sito www.unojazzsanremo.it, o al botteghino di Pian di Nave dalle 20,30 di stasera: 20 euro per ciascuna delle tre serate, 50 per l’abbonamento.