Quantcast

Cinquantenne perde la vita in un incidente sull’Aurelia al bivio per Pompeiana fotogallery video

La polizia stradale sta ricostruendo l'incidente; non vi sarebbero responsabilità di terze persone

Aggiornamento delle 23,30

salvatore sabia

Riva Ligure. Un cinquantenne di Ceriana, Salvatore Sabia, dipendente dell’Aimeri, è morto questa sera in un incidente accaduto sull’Aurelia a Riva Ligure al bivio per Pompeiana.

Secondo quanto accertato dalla polizia stradale si sarebbe trattato di un incidente autonomo. L’uomo era in sella sua moto Kawasaki ER-6N e procedeva in direzione Ventimiglia quando, di fronte alla Banca San Paolo, per evitare un’autovettura o un pedone ha sbandato schiantandosi contro il muro. Un impatto violentissimo che non gli ha dato scampo.

La moto è finita contro il muro che delimita la carreggiata, mente il cinquantenne, una volta sbalzato dal sellino, è stato catapultato ad almeno una decina di metri di distanza dalla zona dove è avvenuto il tremendo schianto.

Sul posto sono arrivati i militi della pubblica assistenza Croce Verde di Arma di Taggia e con loro anche il personale medico del 118 avvertiti dalla centrale operativa di Imperia Soccorso. Ma il loro intervento è stato del tutto inutile. Quando sono arrivati hanno trovato l’uomo esanime sull’asfalto.

La strada è stata chiusa per consentire ai soccorritori di poter operare e agli agenti del nucleo antinfortunistica della polstrada, coordinati dal comandante Gianfranco Crocco, di poter ricostruire la dinamica dell’incidente. Sembrerebbe che nessun altro veicolo sia rimasto coinvolto.

La salma dell’uomo è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria imperiese per decidere se disporre l’esame autoptico del motociclista. Il cinquantenne deceduto questa sera era una persona molto stimata e conosciuta in Riviera. Amava le arti marziali ed aveva anche lavorato come addetto alla vigilanza in alcuni locali del comprensorio sanremese.

Quello di questa sera è l’ennesimo incidente mortale sulle strade della Riviera. In piena estate erano morti due ragazzi a Ceriana e a Sanremo. E in entrambi i casi era stata la stradale ad intervenire.