Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cantante escluso da “Area Sanremo”, spunta un dossier della difesa

In commissione c'erano Roby Facchinetti, Giusy Ferreri e Dargen D’Amico

Imperia. Si arricchisce di un nuovo capitolo il caso di Michelangelo Giordano, il cantante calabrese escluso da Area Sanremo e che ha deciso per le vie legali e quindi di presentare una denuncia.

La questione delle presunte irregolarità nelle selezioni dell’ultimo Festival di Sanremo è ora oggetto di discussione in tribunale dove Giordano ha citato la Sanremo Promotion Srl.

“In seguito al nostro atto di citazione, si è costituita e in questi giorni la Sanremo Promotion ha presentato la propria linea di difesa -sottolinea Michelangelo Giordano – Il giudice presa visione della documentazione ha fissato la prossima udienza al 30 marzo 2016 concedendoci le memorie richieste. Pertanto, con i miei legali, presenteremo le risposte alla loro difesa – afferma il cantante escluso – Una difesa in cui si dice, tra l’altro, che questo caso addirittura non è sindacabile, secondo loro, dall’autorità giudiziaria e che, comunque, qualora ci fossero stati degli errori sarebbero attribuibili esclusivamente alla commissione di valutazione nelle figure di Roby Facchinetti, Giusy Ferreri e Dargen D’Amico e che la Sanremo Promotion Srl non sarebbe responsabile in alcun modo. Non considerando, però, che dalla convenzione tra Comune di Sanremo e Sanremo Promotion Srl, invece, si evince che quest’ultima sarebbe stata responsabile di tutte le fasi dei corsi e delle selezioni, tanto che proprio quest’ultima aveva nominato, oltre all’intera commissione di valutazione, anche un responsabile di commissione nella figura di Paolo Giordano e un segretario verbalizzante, dipendente della stessa Sanremo Promotion Srl”.

Secondo Giordano poi “la difesa parla di scelta dei finalisti derivata da presunti ex aequo, quando invece noi abbiamo denunciato la scelta di artisti con voti nettamente inferiori ai miei. Pertanto, mentre riparte il concorso pubblico “Area Sanremo”, continua la mia battaglia nella ricerca della verità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.