Quantcast

Bordighera celebra il suo Patrono: la traslazione della reliquia di Sant’Ampelio fotogallery

Centinaia le persone che hanno accompagnato il Santo Patrono della Città delle Palme, la cui reliquia è stata portata in spalla dai pescatori della Società di Mutuo Soccorso

Bordighera. Traslazione della reliquia di Sant’Ampelio: ieri sera il Parroco Abate Don Angelo Di Lorenzo ha officiato la Santa Messa sul sagrato della chiesetta affacciata sul mare.

Centinaia le persone che hanno accompagnato il Santo Patrono della Città delle Palme, la cui reliquia è stata portata in spalla dai pescatori della Società di Mutuo Soccorso. Dalla chiesa di Santa Maria Maddalena di Bordighera Alta, dove si trovava, l’urna ha raggiunto la chiesa dedicata ad Ampelio, l’eremita fabbro che aveva scelto Bordighera per continuare la sua missione spirituale.

Bordighera, città che l’ha accolto, venerato e amato, continua a sentire, immutato nei secoli, un profondo legame con quell’anacoreta che, dice la leggenda, fece dono alla città del frutto della palma, trasformandola in un’oasi orientale, un luogo unico nel mondo.

La chiesa, recentemente restaurata, accoglie ora la reliquia del Divo Ampelio.
Moltissimi i bordigotti, e non solo, che hanno preso parte alla funzione, al termine della quale è stato possibile visitare la cripta: tra scogli e mura millenari, un giaciglio e un inginocchiatoio di pietra restano a testimoniare il grande amore che Sant’Ampelio nutriva verso Dio.

Tra i presenti, anche numerose autorità civili e militari: Massimiliano Bassi, Vice Sindaco di Bordighera, con la fascia tricolore in rappresentanza del primo cittadino, l’Assessore Fulvio Debenedetti, il Consigliere di maggioranza Giovanni Ramoino, il Consigliere di Opposizione Massimo Fonti, il Presidente Provinciale della Croce Rossa Italiana Vincenzo Palmero e, per l’Arma dei Carabinieri, il Maresciallo Raffaele Pace, Comandante della Stazione di Bordighera