Quantcast

Antonio Russo espulso dal M5S con un Post Scriptum: le precisazioni

Antonio Russo è stato democraticamente eletto dai cittadini imperiesi e il proprio mandato,quale Capogruppo del Movimento 5 Stelle di Imperia, non può essere oggetto di alcun vincolo.

Più informazioni su

Imperia. A seguito del P.S. anonimo apparso ieri in coda ad un articolo sul blog di Beppe Grillo che recitava “p.s. Antonio Russo , consigliere comunale di Imperia, non rappresenta e non fa parte del Movimento 5 Stelle, Russo precisa:

“PS: Antonio Russo, Capogruppo del M5S nel consiglio comunale di Imperia, rappresenta e fa parte del MoVimento 5 Stelle di Imperia. Si invitano gli organi di stampa a prenderne atto.

Il sottoscritto Antonio Russo, capogruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Imperia in seguito alla presentazione della Lista quale Candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle di Imperia, è stato regolarmente eletto Consigliere comunale con la tornata elettorale delle amministrative del 2013.
La lista del Movimento 5 Stelle di Imperia poteva essere ricusata, dalla Commissione Elettorale Circondariale, nella fase antecedente le elezioni comunali per un eventuale problema di confusione dei contrassegni politici (loghi simili che avrebbero potuto ingannare gli elettori durante l’espressione di voto).

Così come prescrive sia la Carta costituzionale che l’atto costitutivo (pag. 2) e lo Statuto (pag. 3) dell’Associazione “Movimento 5 Stelle”, “Gli eletti eserciteranno le loro funzioni senza vincolo di mandato”.

https://drive.google.com/file/d/0BzOk6PZ0wEEhcEZhZFZfUUVFYkE/view?usp=sharing
https://drive.google.com/file/d/0BzOk6PZ0wEEhekZYenI0LW44VVE/view?usp=sharing

Antonio Russo è stato democraticamente eletto dai cittadini imperiesi e il proprio mandato,quale Capogruppo del Movimento 5 Stelle di Imperia, non può essere oggetto di alcun vincolo.

Stabilito che il Movimento 5 Stelle, anche se non ama definirsi Partito, è giuridicamente inquadrato quale Associazione no-profit così come le Associazioni riconducibili a tutti gli altri Partiti, ai fini della tanto sbandierata democrazia, occorrerebbe analizzare se tale democraticità sia ravvisabile anche nel suo ordinamento interno e nella sua amministrazione.

Come si può notare all’art. 8 dello Statuto, l’Associazione è formata da soci fondatori, ordinari e sostenitori: quest’ultimi sono quelli che hanno votato on-line per le elezioni politiche.
Fatto salvo il vincolo di mandato, ricordo inoltre che, ai sensi dell’Art. 24 del Codice Civile, è solo l’Assemblea (e non Beppe Grillo) che potrebbe deliberare circa l’esclusione di un associato se non che per gravi motivi.”

​Antonio Russso
​Capogruppo Movimento 5 Stelle di Imperia

Più informazioni su