Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

UIL: “Poliziotto Penitenziario sventa colluttazione e resta ferito”

"Da tempo - precisa PAGANI - segnaliamo la grave situazione all'interno dell’Istituto imperiese, ovviamente non più sostenibile."

Più informazioni su

E’ ancora il carcere di Imperia al centro dei riflettori in Liguria, ovviamente a pagarne dazio è ancora la Polizia Penitenziaria che ha visto l’ennesimo ferimento di un Poliziotto, nella giornata di martedì, che da solo e con coraggio è riuscito ad impedire che un’accesa colluttazione tra due detenuti che si recavano al cortile passeggi potesse trasformarsi in una violenta rissa, coinvolgendo anche gli altri detenuti”.

Aa darne notizia è Fabio Pagani – Segretario Regionale della Uil Penitenziari – che prosegue: “tale gesto è costato, però, al Poliziotto Penitenziario in servizio nel carcere di Imperia il trasferimento urgente al Pronto Soccorso del nosocomio cittadino, riportando una prognosi di gg . 6.”

Da tempo – precisa PAGANI – segnaliamo la grave situazione all’interno dell’Istituto imperiese, ovviamente non più sostenibile.”

“Forse è giunto il momento che Direttore e Comandante cambino aria considerato oramai la perdita della gestione e del controllo – così commenta PAGANI – non è più garantita la sicurezza dell’istituto e soprattutto l’incolumità del personale di Polizia Penitenziaria.

I dati sono sconcertanti – continua PAGANI - a partire dal sovraffollamento che supera abbondantemente la soglia prevista, infatti oggi Imperia conta 90 detenuti e una carenza organica di Polizia Penitenziaria ormai ordinariamente in condizioni estreme, 61 unità previste invece 42 quelle presenti.”

Non credo – chiosa PAGANI – si possa continuare con questo ritmo, frustrazione stanchezza, demotivazione, ma soprattutto la rabbia dei Poliziotti Penitenziari che continuano a subire indifesi le lacune di un’ Amministrazione Penitenziaria assente e impreparata.

E’ giunto il momento – conclude il sindacalista della UIL – di intervenire cambiando i vertici dell’Istituto ” .

Fabio Pagani Segr. Reg. UIL PEN.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.