Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tanta carne al fuoco nel consiglio comunale di Ventimiglia ieri sera

Ha tenuto banco la tematica della Dimar

Ventimiglia. Consiglio Comunale denso di argomenti, quello di ieri a Ventimiglia, durante il quale si è discusso, tra l’altro della richiesta della Dimar di poter cambiare indirizzo commerciale, passando dalla vendita all’ingrosso a quella al dettaglio. “Abbiamo portato la pratica in Consiglio con un parere negativo”, ha spiegato il Sindaco Enrico Ioculano, “Anche perché non si ravvisavano gli estremi per poter parlare di un interesse pubblico derivante da questo cambio”. Stando a quanto dichiarato dalla Dimar, invece, Ventimiglia sarebbe stata avvantaggiata in quanto (ma questa è solo un’ipotesi) si sarebbero venuti a creare tra i venti e i venticinque posti di lavoro in più. “Il motivo principale per cui abbiamo bocciato la pratica”, ha continuato il Sindaco, “E’ però soprattutto un altro: votare a favore avrebbe significato aprire un precedente: come si sarebbe poi potuto dire di no a richieste analoghe?”. Più polemico Carlo Iachino, Consigliere di Opposizione: “La Dimar pratica già commercio al dettaglio, da sempre. Viene consegnata ai clienti una tessera fasulla, indirizzata ad una cooperativa (Nuovo Monferrato) che è della stessa Dimar. Così la ditta scarica l’Iva e la recupera e, inoltre, su ogni fattura emessa viene aggiunto un euro (Iva esclusa) per la contabilità. E’ un guadagno enorme! E inoltre rovina il commercio ventimigliese, perché i francesi prendono l’autostrada, raggiungono il negozio e poi tornano indietro, senza nemmeno entrare in città”. Non è mancata una frecciata alla Giunta Ioculano, colpevole, stando a quanto dichiarato dal Consigliere, di non aver risposto alla richiesta della Dimar entro i novanta giorni imposti dal diritto amministrativo: “La ditta potrà avvalersi della formula silenzio assenso”, ha concluso Iachino. E poi il bilancio, con le variazioni resesi necessarie anche per la presenza dei migranti nella città di confine: è il Comune, infatti, a dover anticipare i 120mila euro (che poi saranno restituiti) necessari alla prima accoglienza dei richiedenti asilo presenti sul suo territorio. Di una certa importanza anche la pratica relativa alla Tosap inerente le agevolazioni sui ponteggi montati nel Centro Storico: “Le abbiamo tolte tutte”, ha spiegato il Consigliere di Maggioranza Alessandro Ghirri, “Per evitare che i ponteggi vengano lasciati per mesi. Prima era così perché non si pagava nulla. Ora si pagherà come in tutti gli altri casi”. E’ ritornata in auge la questione pini: “Quelli di Piazza Coppo non erano tutti da tagliare”, ha dichiarato Iachino, “Solo due andavano abbattuti, gli altri bastava potarli. Io faccio il chirurgo e se ho un paziente con una gamba da amputare, non taglio anche l’altra e pure le braccia per prevenire una possibile necrosi, è assurdo”.

La questione si è chiusa comunque senza troppe polemiche: “E’ la solita mozione che ha già avuto risposta”, ha replicato il Sindaco. Ora Piazza Coppo verrà rifatta e nuove piante prenderanno il posto di quelle abbattuto: “L’intera operazione avrà un costo di circa 90mila euro”, ha dichiarato Ghirri, “Ma in questa cifra non sono compresi solo gli alberi nuovi, bensì la nuova pavimentazione, il marciapiede e anche un piccolo intervento sulla scuola”. Ritirata la pratica relativa al nuovo regolamento del cimitero: “C’erano degli errori e conteneva riferimenti di normative vestuste”, ha sottolineato il Consigliere di Minoranza Iachino. “Verificheremo con gli uffici e la ripresenteremo in Consiglio”, ha ribattuto Ghirri, “Si tratta di una pratica importante, visto che dal 1962 non c’è un nuovo regolamento per i cimiteri”. Altri errori nelle risposte alle interpellanze dell’Opposizione. Iachino: “Parlavamo dei fondi alla scuola e ci rispondevano del Beach Volley. Hanno dato risposte assurde perché hanno incrociato le pratiche”. “Comunque sia la risposta in merito al campo di Beach Volley ha soddisfatto l’Opposizione”, ha concluso il Consigliere Ghirri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.