Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Porto di Imperia, il Tar: “ricorso della Spa inammissibile”

Ma chi ha perso è pronto a presentare nuove istanze al Consiglio di Stato

Imperia. “Oggi é un giorno speciale e forse Imperia dovrá festeggiare per sempre ogni anno il 17 luglio perché il Tar ha dato ragione al Comune sulla querelle del porto”.

Lo ha detto stamane il sindaco Carlo Capacci una volta appreso che i giudici del tribunale amministrativo regionale  hanno dichiarato inamissibile il ricorso della Porto Spa. Respinto quello di Acquamare e sono inammissibili quelli di altre societá, soprattutto banche, titolari di posti barca e curatela fallimentare.

La concessione demaniale, almeno per ora, resta nelle mani del Comune e quindi della GoImperia che gestisce banchine e relativi servizi.

“Si chiude una storia che andava avanti da troppo tempo – ha aggiunto Capacci – Ora possiamo davvero dire che il porto appartiene al Comune di Imperia”. A difendere gli interessi del porto di Imperia erano  gli avvocati Enrico Panero e Luigino Montarsolo.

Ma è assai probabile che chi ha perso il ricorso o non sono stati ammessi dai giudici presenti un nuovo ricorso al Consiglio di Stato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.