Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Politica fiscale del comune, il parere di Massimo Rossano (FdI-AN)

In primo luogo auspica una maggiore e puntuale comunicatività e coesione tra l’amministrazione Biancheri e i nuovi amministratori regionali locali

Sanremo. Massimo Rossano, già Consigliere Comunale e membro della Prima Commissione Consiliare, candidato nelle ultime consultazioni comunali tra le fila di Fratelli d’Italia A.N., apprende dai media la programmata manovra fiscale dell’amministrazione Biancheri e si permette di esporre un paio di considerazioni anche in vista della seduta della prima Commissione e del Consiglio Comunale che saranno convocate per esprimere un proprio parere al Bilancio e fissate per nelle prossime due settimane:

“In primo luogo auspica una maggiore e puntuale comunicatività e coesione tra l’amministrazione Biancheri e i nuovi amministratori regionali locali (primo fra tutti il neoassessore Gianni Berrino) in ordine ai programmabili sblocchi del patto di stabilità verticale che solitamente avvengono nel mese di novembre. Anticipando tale momento il Comune di Sanremo potrebbe avere modo di programmare le spese e gli investimenti e soprattutto dedicare energie finanziarie ad opere di rilevanza anche sociale ( interventi nelle scuole, interventi nella viabilità e nella sicurezza di alcune zone “difficili” solo a titolo esemplificativo)

In secondo luogo vero è che la manovra 2015 sembra di minimo impatto sulle tasche dei cittadini per l’esiguo aumento del gettito fiscale rispetto al 2014, ma in realtà dobbiamo considerare che già l’aumento del 2014 – rispetto a quello dell’anno precedente – aveva avuto un notevole impatto sull’economia delle famiglie sanremesi, passando dai 58,5 milioni di euro ai circa 64 milioni di euro. Quindi affermare, come si apprende dai media, che l’aumento del gettito a favore dei cittadini per il 2015 risulta contenuto, rimane una enunciazione non veritiera e sufficientemente ipocrita. Si spera pertanto che le entrate necessarie per l’equilibrio finanziario del bilancio 2015 possano essere trovate in altri ambiti (e non dal paventato semplice aumento della TARI) ovvero facendo ricorso ad una seria politica di tagli alla spesa, che, con certezza, il Sindaco Biancheri saprà avviare.”

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.