Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Michele Graglia (Sanremo Runners) domina il Cro-Trail di 122 km

Graglia è sempre stato solitario al comando, questi alcuni suoi passaggi

Limone. Un percorso podistico lungo 122 km.

Al via 175 selezionati partecipanti di 13 nazioni, alla fine ben 63% ritirati causa caldo, afa, fatica, disidratazione e percorso molto impegnativo.

Indenne da tutte queste insidie è il fantastico matuziano Michele Graglia che domina con oltre un’ora di vantaggio.

Come cambiare momenti della storia.

E’ il caso della corsa podistica “Gran Trail del Cro-Magnon” che quest’anno ha cambiato nome in “Cro Trail”, ma rimasto intatto per la durezza del percorso, una di quelle gare ultra famose per la quasi autosufficienza alimentare e idrica.

Ma quest’anno è anche cambiata l’organizzazione e lo staff, passata a Bottero Ski. Cambiati anche i tre percorsi, ma rimasta la collaborazione italo-francese.

Cambiata la sede d’arrivo, ora a Mentone, ma confermato il luogo di partenza, Limone Piemonte.

L’organizzazione quest’anno si è avvalsa della collaborazione tecnica di Marco Olmo, il vincitore delle prime sei edizioni, che ha collaborato a disegnare il percorso, affascinante e selvaggio, più vario come paesaggio: con il territorio alpino del Parco del Marguerais, le fortificazioni del Colle di Tenda, l’attraversamento della Val Roya sino all’arrivo in Costa azzurra.

LA CORSA. La corsa principale ha visto affrontare la distanza di 122 km con 6815 metri di dislivello positivo e 7800 negativo.
Il percorso in buona parte attraversa la via del Sale, usata dai commercianti di olio e sale e anche dai contrabbandieri, passando da un ambiente montano a quello marino. Questi i presupposti di una gara nuova dagli aspetti naturalistici notevoli, se non per un solo terribile concorrente che si presentato in questa edizione: il grande caldo!
La partenza è avvenuta sabato alle 4 del mattino, al via 175 concorrenti, Durante la giornata, a poche ore dal via, i primi ritiri causati dal caldo e dall’afa eccessiva. La maggior parte dei partecipanti si sono ritirati tra il 50esimo e l’80esimo chilometro. Alla fine, al traguardo di Mentone, entro il tempo massimo di 32 ore, ne sono arrivati 65, registrando ben 110 ritiri.

BUON ALLENAMENTO. Commenta il dirigente della Sanremo Runners Franco Ranciaffi: “La cronaca della gara evidenzia che il vincitore, che ha reso questa edizione epica e che ha vinto sul caldo, è il quasi 32enne Michele Graglia (Sanremo Runners), un atleta che sta dimostrando, se ancora ce ne fosse bisogno, di essere un autentico fuoriclasse. A Mentone, Michele è arrivato in relativa scioltezza. Nativo di Sanremo, famiglia di Taggia, residenza a Los Angeles, Michele Graglia ha partecipato a questo Cro-Trail con l’intento di fare un buon allenamento in vista di una più massacrante prova, l’Ultra-Trail du Mont-Blanc, il giro completo del Monte Bianco in meno di due giorni, circa 170 km da percorrere con 10.000 metri di dislivello positivo, il prossimo 25 agosto, dove sono stati ammessi 2300 atleti selezionati provenienti da tutto il mondo”.

DOMINIO INCONTRASTATO. Tornando al Cro-Trail, Michele Graglia (Sanremo Runners) ha vinto in 16h01:31 staccando i diretti avversari di 1h17:19, che sono l’argentino Pablo Barnes (vincitore delle ultime due edizioni) e d’azzurro Massimo Tagliaferri (in questa gara conta quattro posti d’onore, un terzo e un quarto posto!), entrambi arrivati sofferenti e provati dal grande caldo. L’ultimo concorrente ha impiegato 30h22:40.

Da sottolineare che Michele Graglia è sempre stato solitario al comando, questi alcuni suoi passaggi: partenza da Limone Piemonte (ore 04:00); Rifugio Garelli (18,2 km) dopo 2h29:17; Rifugio Don Barbera (26,7 km) dopo 3h30:24; Tenda (46,5 km) in 5h39:40; Fontan (63,7 km) in 7h43:49; Breil (80,9 km) in 10h42:26; Sospel (98 km) in 12h54:56; arrivo spiaggia di Mentone (122 km) in 16h01:31.

Ha detto Pablo Barnes: “Questa oggi è stata una corsa dal paradiso del Marguereis all’…inferno: 63% di ritirati. A un certo punto è diventata molto costosa a livello fisiologico. Caldo, ristori lontani e qualche errore di percorso… sono stati determinanti per tanti. Il secondo posto a pari merito col mio amico Massimo Tagliaferri era il meglio che si poteva prendere in una giornata così”.

Albo d’oro:
2001 Marco Olmo (Italia)
2002 Marco Olmo (Italia)
2003 Marco Olmo (Italia)
2004 Marco Olmo (Italia)
2005 Marco Olmo (Italia)
2006 Marco Olmo (Italia)
2008 Dachhiri Dawa Sherpa (Nepal)
2010 Antoine Guillon (Francia)
2012 Pablo Barnes (Argentina)
2014 Pablo Barnes (Argentina)
2015 Michele Graglia (Italia)

Migliori classificati al Cro-Trail 2015 di 122 km:
01 Michele Graglia (Ita, Sanremo Runners) 16h01:31
02 Pablo Barnes (Argentina) 17h18:50
02 Massimo Tagliaferri (Ita) 17h18:50
04 Luca Arrò (Ita) 17h31:52
04 Fabio Cavallo (Ita) 17h31:52
06 Paolo Rovera (Ita) 18h55:09
07 Hans Spies (Svizzera) 19h49:57
08 Nazareno Salpitis (Ita) 20h28:50
09 Johathan Oehler (Monaco) 22h04:49
10 Pablo Criado Toca (Spagna) 22h16:34
11 Levente Dorogi (Ungheria) 23h13:32
12 Alberto Bresciani (Ita) 23h14:58

Seguono altri 53 arrivati in tempo massimo.

Partiti in 175 in rappresentanza di 13 nazioni (Argentina, Austria, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Monaco, Olanda, Spagna, Svizzera, Sudafrica, Ungheria).

Nella foto di Bruno Parodi il vittorioso arrivo di Michele Graglia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.