Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il porto di Ventimiglia ceduto ai monegaschi, l’accordo raggiunto tra le parti

Nel 2007 il progetto del porto di Ventimiglia fu inizialmente bocciato dalla giunta Burlando, per poi essere riadattato e ridimensionato a circa 360 posti barca e le relative opere a terra

Ventimiglia. La società “Cala del Forte” di Beatrice Cozzi Parodi avrebbe accettato l’offerta presentata alcuni mesi fa dalla “Société Port de Monaco”, ossia inerente la realizzazione e futura gestione del porto degli Scoglietti per i prossimi 85 anni. Non rimane che aspettare la conferma ufficiale e il passaggio di consegne che dovrebbe avvenire prossima settimana, anche alla presenza di coloro che hanno già acquistato i posti barca, per renderli edotti. L’operazione, comunque, sembrerebbe cosa fatta secondo i ben informati.

Una notizia assai positiva per lo sviluppo economico della città di confine, obiettivo primario dell’ex amministrazione Scullino che il 23 dicembre 2009 a Ventimiglia si svolse la cerimonia di posa della prima pietra del porto turistico “Cala del Forte”, alla presenza delle massime autorità locali. Con l’arrivo dei monegaschi i lavori potranno prendere presto il via e Ventimiglia potrà giocare la carta del porto come volano per una ripresa turistica della città.

All’epoca il sindaco Scullino affermò sul costruendo porto: “Con il nuovo porto turistico Cala del Forte, bello, moderno, inserito magnificamente nell’area degli Scoglietti, Ventimiglia vuole tornare ad essere protagonista nella nostra provincia, non più come città di confine, ma come porta d’Italia affacciata sulla Costa Azzurra e sul Mediterraneo, oltre che polo trainante per l’economia regionale, nazionale e internazionale. La città  potrà giocarsi le sue nuove chances turistiche e imprenditoriali, che passeranno anche dal recupero del centro storico, idealmente collegato al nuovo Porto. Porto che, tra l’altro, non offrirà esclusivamente posti barca, ma anche ristoranti, negozi, servizi, parcheggi, verde, spiagge, la rinnovata passeggiata a mare. E la nuova immagine della “nostra” Marina San Giuseppe.”

Nel 2007 il progetto del porto di Ventimiglia fu inizialmente bocciato dalla giunta Burlando, per poi essere riadattato e ridimensionato a circa 360 posti barca e le relative opere a terra.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.