Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il gruppo ricerche “Archeonervia” annuncia la scoperta di un’altra tomba preistorica (Dolmen) in Alta Val Nervia foto

Gruppo composto composto da Andrea Eremita,Bruno Calatroni, Stefano Albertieri, Paolo Ciarma e Aldo Ummarino

Più informazioni su

Ventimiglia. Recenti metodiche attività di ricognizione ci hanno portato a compiere nuove indagini archeologiche di superficie nella località Brighetta comprensorio di Buggio frazione di Pigna.

Uno dei tanti luoghi dell’Alta Val Nervia che sorprendentemente continuano a rivelare preziose testimonianze della cultura materiale-religiosa di un mondo lontano millenni del nostro passato tra cui primeggia il gigantesco monolite U Bausu de S. Giorgiu ( La roccia di S. Giorgio ), uno straordinario esempio di cosa la natura può creare.

Onomastica del monolite che si innesta pienamente nel processo di cristianizzazione avvenuto nei primi secoli del cristianesimo di una divinità pagana messa in scena dalla natura ai piedi di un dirupo della montagna, una straordinaria opera d’arte del creato che si presenta con i caratteri di una gigantesca figura umana.
Imponente nel suo aspetto il monolite con una altezza superiore ad un edificio di tre piani deve aver colpito l’immaginario religioso delle popolazioni preistoriche da cui è probabile sia stato venerato in qualità di dio della caccia, della montagna, della folgore e del temporale.

Divinità importante all’interno di una società agro pastorale onorata oltre la morte dalla presenza sul luogo di 3 tombe di grandi dimensioni a tumulo e un dolmen, ( tomba megalitica a camera) già descritte in precedenti articoli di personaggi del gruppo sociale militare religioso dominante in seno alla società del tempo, alle quali oggi va ad aggiungersi la scoperta di una nuova sepoltura (Dolmen) ascrivibile come le altre tombe ad un periodo che si colloca tra il IV e il II millennio a.C. realizzata con un masso tabulare di copertura enorme che misura m. 2,78 X 2,54 per 36 cm. di spessore del peso stimabile in alcune tonnellate.

La Brighetta si trova in ambiente pastorale a 1080 metri di altitudine sopra un poggio che domina un ampio paesaggio sulla Val Nervia dove immersa nel verde e presente una chiesetta intitolata alla Santa Vergine.

Il toponimo Brighetta si giustifica per la presenza di alcuni casolari sparsi sul luogo oggi interamente sepolti dalla vegetazione frequentati fino all’immediato dopo guerra dai pastori di Briga, soliti svernare con le greggi nelle bandite dell’alta Val Nervia.

Per coloro che praticano il turismo che si lega alla storia e alla natura che volessero visitare il luogo, la Brighetta è raggiungibile in circa due ore di cammino attraverso il percorso di una mulattiera rigorosamente non segnalata che dal cimitero di Buggio conduce nella località di Lausegno.

Toponimo che nasconde il ricordo di un antico fondo di età romana dove è presente una chiesetta e alcuni casolari per poi proseguire lungo un sentiero che si snoda all’interno di un bosco di castagni secolari oltre il quale, immersa in un’ oasi di pace, si trova la chiesa della Brighetta.

Dopo di che, raggiunto il poggio che a breve distanza dalla chiesa domina il corso del Nervia, potrà ammirare sospeso su un dirupo il gigante della montagna dal piglio severo con la testa tonda, il petto prospicente ornato da un cespuglio di ginestra, venerato dalle popolazioni proto-storiche come dio della caccia, della folgore e del temporale ribatezzato dai primi evangelizzatori Bausu de San Giorgiu, miseramente declassato e svilito nel triste ruolo di cacciatore di draghi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.