Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Diano Marina dichiara guerra agli abusivi, Chiappori: “Meglio il bastone che la carota”

Diano Marina. Paese che vai ordinanze che trovi. Se in alcuni Comuni costieri i sindaci hanno preferito scrivere nero su bianco che vendere merce contraffatta sulle spiagge e sul lungomare cittadino è un’attività illecita a Diano Marina il sindaco leghista Giacomo Chiappori preferisce usare il bastone e convincere gli ambulanti abusivi a stare alla larga dal litorale.

E così, con l’estate già entrata nel vivo, la polizia municipale, di comune accordo con la giunta, ha iniziato ad essere più incisiva nei controlli in città. “Con multe e sequestri a raffica e anche i più incalliti tra i venditori di cinture e magliette, hanno tagliato la corda – dice Chiappori – Nonostante tutto c’è sempre qualcuno che da finta di non conoscere le regole ma lo capiranno quando vedranno gli agenti della polizia municipale che proseguono senza sosta questa attività, punendo chi non le rispetta. Attività indispensabili per evitare il caos cittadino e per rispettare chi è in regola con le tasse”.

I sequestri di merce tra i commercianti abusivi “beccati” a vendere lungo le spiagge sono diventati più frequenti. “L’attività della polizia locale è di estrema importanza per la sicurezza e l’ordine pubblico di Diano Marina. Un’opera, quella dei nostri agenti, quasi sempre silenziosa e che passa sottotraccia”, spiega ancora il primo cittadino.

E proprio così: spesso nell’immaginario collettivo, sono solo chiamati a irrogare le multe agli automobilisti indisciplinati. Ma l’attività, specie d’estate, si moltiplica. “La presenza dei vigili ha come obiettivo quello di assicurare alla città e ai suoi abitanti quell’ordine e quella sicurezza necessari per migliorare dare un’immagine più decorosa della nostra Diano Marina e l’attività contro l’abusivismo commerciale è sempre stata una delle nostre priorità”, conclude Chiappori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.