Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consegnato oggi alla Regione Liguria un nuovo Vivalto per i pendolari

Genova. Il treno a doppio piano di nuova generazione è stato presentato oggi dall’Amministratore Delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, all’Assessore ai Trasporti della Regione Liguria, Gianni Berrino, a margine di un incontro presso l’Impianto manutentivo di Genova Brignole.

Il nuovo convoglio si aggiunge ad altri due già consegnati nell’ultimo mese. Salgono così a quattordici i Vivalto della flotta ligure di Trenitalia, che diventeranno quindici entro la fine dell’estate.

Il potenziamento e ammodernamento della flotta ha comportato un investimento complessivo di 100 milioni di Euro, equamente suddivisi tra Regione Liguria e Trenitalia, come previsto nel Contratto di servizio stipulato nel 2009.

Tutti i convogli, al pari dei Vivalto già in circolazione, potranno trasportare fino a 600 persone sedute e sono composti da  confortevoli e capienti carrozze doppio piano -prodotte nelle officine di AnsaldoBreda-  con poggiatesta, braccioli, tavolini ribaltabili, prese elettriche da 220 V. In ogni seduta, appendiabiti, bagagliere, maniglie e corrimano per i passeggeri in piedi.

La carrozza semipilota, posta all’estremità del treno opposta alla locomotiva, ospita la cabina di guida, un ambiente multifunzionale per il trasporto biciclette, sci e bagagli ingombranti ed è dotata di un ambiente per passeggeri disabili con toilette dedicata.

La tecnologia  di bordo permette un’attenta integrazione di tutti i sistemi di informazione (annunci sonori, monitor e segnaletica), mappe tattili nelle toilette e pulsantiere in “Braille” per i passeggeri non vedenti, 8 monitor a cristalli liquidi per ogni vettura (5 nella semipilota), un sistema di videosorveglianza e un pulsante di allarme dotato di citofono per comunicare con il personale di bordo.

Tutti i convogli sono trainati da locomotive E464 Bombardier di ultima generazione, costruite nelle officine di Vado Ligure.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.