Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A PerCorso ospite Don Ciotti, Terra e Cielo: la fede come impegno per la giustizia sociale”

Il relatore sarà introdotto dal Sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra e dal Vescovo stesso

Riva Ligure. È in programma giovedì sera a Riva Ligure, in Piazza Matteotti, alle 21:15, il primo appuntamento con la sessione estiva di “PerCorso”, per l’occasione “PerCorso – Riva Ligure incontra”, sul tema “Terra e Cielo: la fede come impegno per la giustizia sociale.”, proposto da Don Luigi Ciotti.

Monsignor Antonio Suetta, Vescovo della Diocesi di Ventimiglia – Sanremo ha espresso grande apprezzamento per l’iniziativa intrapresa dal Comune di Riva Ligure, che continua idealmente gli incontri di formazione all’impegno sociale che si sono svolti lungo la stagione scorsa. “Questa iniziativa – afferma il presule – offre la possibilità di ritemprare il corpo e nello stesso tempo di nutrire la mente con proposte importanti ed ispirate alla forza rigenerante del Vangelo”.

Il relatore sarà introdotto dal Sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra e dal Vescovo stesso. “Abbiamo avviato  – dichiara il Sindaco – questa prestigiosa collaborazione con la Diocesi di Ventimiglia – Sanremo, perché l’estate deve offrire, oltre il relax ed il divertimento, anche momenti di riflessione importanti. Siamo onorati di poter ospitare Don Luigi Ciotti, perché rappresenta l’Italia migliore e più onesta.”

Terminata la breve introduzione, il conferenziere prenderà la parola introducendo il tema sempre attuale. “Sono solo un cittadino che sente prepotente dentro di sé il bisogno di giustizia”.

Bastano poche parole per capire chi è veramente Don Luigi Ciotti. Non un semplice sacerdote, né un uomo qualunque, bensì un onesto cittadino al servizio della gente, di tutti coloro che chiedono aiuto e di chi non è capace o, peggio, non può. Si tratta di un uomo carismatico e di grande personalità, capace di parlare al cuore della gente per poterle dare una speranza di pace, di lealtà, di amore e di fede.

Molto attivo nel sociale, ispiratore e fondatore dapprima del Gruppo Abele, come aiuto ai tossicodipendenti e altre varie dipendenze, quindi dell’Associazione Libera contro i soprusi delle mafie in tutta Italia. Nel gennaio 2013, le due associazioni hanno avviato la campagna online di Riparte il futuro, che ha permesso la modifica dell’articolo 416 ter del codice penale in tema di voto di scambio politico – mafioso il 16 aprile 2014.

Il Gruppo Abele è una Onlus, fondata a Torino nel 1965, che lavora per “dar voce a chi non ha voce”, nel tentativo di saldare l’accoglienza con la politica e la cultura. Il Gruppo è oggi articolato in circa 40 attività, fra le quali si trovano alcune comunità per problemi di tossicodipendenza, spazi di ascolto e orientamento, servizi a bassa soglia, progetti di aiuto alle vittime di tratta e ai migranti. Ci sono inoltre una casa editrice, un centro studi e ricerche, una biblioteca, un archivio, due riviste, percorsi educativi rivolti a giovani, operatori e famiglie. Il Gruppo Abele anima anche progetti di cooperazione in Africa ed un consorzio di cooperative sociali che dà lavoro a persone con storie difficili alle spalle.

Libera, invece, è un’associazione di promozione sociale, riconosciuta dal Ministero dell’Interno, dedita a sollecitare e coordinare la società civile contro tutte le mafie e favorire la creazione e lo sviluppo di una comunità alternativa alle mafie stesse. Si occupa anche del coordinamento delle diverse associazioni aderenti. Al 2011, raccoglieva circa 1.500 associazioni, enti e gruppi locali che collaborano ai suoi scopi.

Il prossimo appuntamento con “PerCorso – Riva Ligure incontra”, rassegna di 4 incontri tra i mesi di luglio ed agosto, sarà il prossimo giovedì 21, sempre in Piazza Matteotti, alle 21:15, con la partecipazione di Ernesto Olivero, noto per essere il fondatore del Sermig di Torino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.